f Bagheria. La Corte dei Conti "dissesto". Lo Meo: "aspettiamo gli ispettori" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. La Corte dei
Conti “dissesto”. Lo Meo: “aspettiamo gli ispettori”

martedì 19 novembre 2013, 09:22   Attualità  

Letture: 1.202

comune nuovaSta suscitando preoccupazione la delibera della Corte dei Conti che è arrivata nei giorni scorsi al Comune di Bagheria.
Si tratta della delibera numero 321, composta da 12 pagine, con la quale si indica nel dissesto finanziario l’unica strada percorribile.
La delibera, come abbiamo detto nei giorni scorsi, demanda tutto alla regione Siciliana, affinchè invii 3 ispettori per accertare la reale situazione.
La Corte dei Conti comunque sottolinea che occorre “avviare immediatamente le procedure”. Il consiglio comunale dovrebbe quindi  “deliberare senza indugio con provvedimento non revocabile il dissesto finanziario dell’ente”. Per la Corte dei Conti il Comune ha 36,5 milioni di euro di debiti fuori bilancio: 25,5 milioni di euro già accertati, 11 milioni di euro potenziali.

Le dichiarazioni del Sindaco Vincenzo Lo Meo.
Il primo cittadino in attesa delle ispezioni della Regione siciliana per accertare se ci siano o meno i presupposti per il dissesto, annuncia ricorso al Tar contro il provvedimento della Corte dei conti, certo che con un piano di rientro decennale l’amministrazione sara’ in grado di mettere i conti in ordine.
“La Corte dei conti -dice il sindaco di Bagheria Vincenzo Lo Meo non ha la competenza per dichiarare il dissesto del Comune come chiarisce una sentenza della Corte costituzionale, aspettiamo l’esito delle ispezioni dell’assessorato regionale alle Autonomie locali, e intanto stiamo elaborando un ricorso al Tar contro questa decisione. Siamo convinti che con un piano di rientro decennale riusciremo a mettere apposto i conti. Un provvedimento di questo genere ci consentirebbe di chiedere ai cittadini meno sacrifici, nel senso che potremmo ridurre le tasse, che per legge in questi casi dovranno essere applicati con le aliquote al massimo, gia’ dopo due o tre anni”.
Poi Lo Meo aggiunge: “Sia chiaro che la responsabilità della situazione che ci troviamo a fronteggiare non dipende da questa amministrazione, la mole di debiti fuori bilancio è un lascito delle gestioni che ci hanno preceduto”.

Molto duro il Movimento 5 stelle che con un comunicato stampa sottolinea che “Il Comune di Bagheria deve dichiarare il dissesto. Risulta ormai chiaro che l’amministrazione sta cercando di salvare la classe politica attuale e precedente, evitando accertamenti, sulle responsabilità riguardo la situazione economica dell’Ente. Questo tentativo di prolungare i termini sta peggiorando la situazione finanziaria dell’Ente. L’attuale amministrazione è ormai colpevole tanto quanto le precedenti.
Questo è ciò che emerge dalla deliberazione 321 adottata dalla Sezione di Controllo della Corte dei Conti per la Regione Siciliana nell’adunanza del 16 ottobre 2103 e trasmessa al Comune di Bagheria il 13 novembre, ed è di una gravità inaudita.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.