f Bagheria. Nino Maggiore rinuncia all'aumento del 30% del gettone di presenza | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Nino Maggiore rinuncia all’aumento del 30% del gettone di presenza

mercoledì 13 novembre 2013, 15:49   Politica  

Letture: 969

maggiore ninoIl consigliere comunale del Pd, Antonino Maggiore, con una nota ufficiale, rinuncia all’aumento del gettone di presenza.
“Ho sempre pensato che l’etica, l’onestà e la condivisione debbano sempre prevalere anche sulla possibilità, seppur legittima, di adottare dei provvedimenti.
E’ su questo che ho impostato il mio percorso politico in questi anni ed è per questo che la mia coscienza mi porta a dire quanto sto per scrivere. 
In un momento in cui la città ha davanti a se gli esiti della crisi economica non può esserci sentenza che tenga: l’etica, la solidarietà e l’equità sono principi che devono prevaricare anche le sentenze. Chiedo, ufficialmente al Sindaco Lo Meo di costituire un Fondo di solidarietà con il 30% delle indennità che verranno percepite da Sindaco, Giunta e Consiglieri Comunali. Non solo le somme da percepire però ma anche le somme non percepite, quelle arretrate, che con estrema probabilità verranno a breve liquidate.
Io, dal canto mio, mi impegno sin da adesso e pubblicamente a versare le somme di mia spettanza su questo fondo laddove costituito e spero che i colleghi consiglieri facciano lo stesso per il bene della città e per finanziare i servizi che l’Ente non può più finanziare a causa della penuria delle risorse.
Fare politica significa anche avere la sensibilità di comprendere che ci sono  delle cose inconcepibili e delle azioni che, seppur legittime, non vanno perseguite per il rispetto della collettività bagherese.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.