Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria 1.8.9.0 BETA

Trabia. Arrestati dopo avere aggredito selvaggiamente un anziano finito in ospedale

mercoledì 20 novembre 2013, 10:22   Cronaca  

Letture: 3.068

rio-vagliardoI carabinieri della compagnia di Termini Imerese, hanno arrestato Giuseppe Rio di 25 anni e Emanuele Vagliardo,37 anni, (nella foto a lato) pregiudicati, di Trabia, perché ritenuti responsabili di di avere aggredito selvaggiamente, nella sua abitazione, un anziano, finito in Ospedale con una prognosi di 20 giorni.

I fatti si sono verificati lo scorso 26 settembre.

I carabinieri hanno anche arrestato Nicolò Iannolino (nella foto sotto) pregiudicato, 33 anni, di Trabia, che con Giuseppe Rio e S.G. giovane di Trabia, ritenuti responsabili di aver tentato, il  25 settembre, il giorno prima della tentata rapina con aggressione, di perpetrare un furto proprio all’interno dell’abitazione di proprietà dello stesso anziano.

I militari, alle ore 22.00 circa, a seguito di segnalazione pervenuta alla Centrale Operativa, sono intervenuti in via Marfisi, dove era avvenuta un’aggressione ai danni  di un anziano all’interno della propria abitazione.

L’uomo, circa 60 anni, di ritorno dalla consueta passeggiata serale, nell’atto di fare ingresso nel proprio appartamento, è stato aggredito alle spalle da due uomini a volto scoperto, a lui sconosciuti, appostatisi ad attenderlo.

IANNOLINO NIcolòTrascinatolo all’interno dell’appartamento e chiusisi la porta alle spalle, uno dei due ha tentato di immobilizzarlo tappandogli la bocca con le mani e il secondo lo ha colpito ripetutamente con violenti calci e pugni al volto e all’addome.

L’anziano, che viveva da solo, è riuscito  a divincolarsi parzialmente e ad urlare al fine di attirare l’attenzione dei vicini di casa, costringendo i malfattori a desistere dal loro intento criminale, senza avere avuto modo di asportare alcunché dall’abitazione e a darsi a precipitosa fuga per le vie limitrofe.

La vittima, visibilmente scossa e con un’evidente contusione al volto con cospicua fuoriuscita di sangue, è stata soccorsa dai vicini che hanno chiamato i Carabinieri e successivamente trasportata al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Cimino”, dove gli è stato riscontrato un trauma contusivo al setto nasale, varie escoriazioni sul volto e da avulsione di due denti residui con contestuale lesione della mascella e pertanto con evidente indebolimento permanente dell’organo della masticazione, con la consecutiva prognosi di guarigione di giorni 20.

I carabinieri, grazie al sopralluogo e ai rilievi tecnici, anche grazie ai filmati dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona, hanno ricostruita la dinamica e individuato l’identità degli autori.

I militari hanno anche accertato,sempre grazie ai filmati, che il giorno prima dell’aggressione, Giuseppe Rio eNicolò Iannolino, e S. G., erano andati in via Marfisi, a bordo di un’autovettura di colore grigio, avevano scardinando due elementi della persiana della porta d’ingresso e avevano tentato di aprirla dall’interno, senza tuttavia riuscirvi, anche per l’improvviso sopraggiungere di alcuni passanti.

Dopo le formalità di rito, Giuseppe Rio e Emanuele Vagliardo sono stati tradotti presso la Casa Circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese e Nicolò Iannolino  Nicolò agli arresti domiciliari.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.