f Bagheria. Furto di computer al Comune di via Mattarella. Danni in tre scuole | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria 1.8.9.0 BETA

Bagheria. Furto di computer al Comune di via Mattarella. Danni in tre scuole

martedì 7 gennaio 2014, 14:54   Cronaca  

Letture: 1.080

comune-via-matteralladi Martino Grasso

Ancora furti a Bagheria e ancora una volta ad essere presi di mira sono gli uffici comunali e le scuole del territorio.
Ignoti sono penetrati all’interno del Comune di via Mattarella, che ospita gli uffici dei servizi sociali.
Il furto sarebbe stato commesso nelle ore notturne nei giorni scorsi, approfittando della chiusura domenicale e della festività dell’Epifania.
Secondo un primo esame, sarebbero stati rubati 5 o 6 computer, completi e un televisore a schermo piatto di 55 pollici, dagli uffici del primo piano.
I ladri sarebbero entrati dall’ingresso laterale del Comune, al piano terra, da lì avrebbero raggiunto gli uffici al piano superiore.
Avrebbero forzato alcune porte e messo a soqquadro alcuni uffici.
Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione locale.
E’ andata male, invece, a chi è penetrato in ben 3 plessi scolastici: “Guttuso” in via Lanza, “Emanuela Loi” in via Falcone-Morvillo  e “Giuseppe Bagnera” in Corso Butera.

Anche in questi casi, gli autori sono entrati in azione, approfittando del ponte dell’Epifania.
In tutti e tre i casi sono entrati nelle strutture scolastiche, forzando le finestre esterne. Gli autori non sono riusciti a portare via niente, anche se in alcune scuole erano presenti alcuni computer.
Va ricordato che alla scuola Loi sono state messe a segno, nel giro di una decina di mesi, ben 5 furti, portando via tutti i computer presenti e distruggendo anche porte e finestre.
Sui furti all’interno delle scuole indaga la polizia.
Non è escluso che in tutti i casi gli autori possano essere gli stessi.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.