f Bagheria. Il Pd: “il sindaco riferisca in consiglio sui fatti del cimitero” | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria 1.8.9.0 BETA

Bagheria. Il Pd: “il sindaco riferisca in consiglio sui fatti del cimitero”

lunedì 24 febbraio 2014, 09:57   Attualità  

Letture: 926

pd_logoIl Partito Democratico di Bagheria, con una nota, ha chiesto al Sindaco di riferire in un consiglio comunale urgente e straordinario sull’operazione di polizia che ha riguardato il cimitero comunale.
“Un’indagine che ha portato nuovamente alla ribalta nazionale il Comune di Bagheria per l’orrore della scoperta, che ha turbato profondamente i cittadini e squarciato il velo di omertà che copriva le pratiche illecite nell’area cimiteriale. Solo pochi giorni fa, come Partito avevamo denunciato l’assurda delibera di giunta con cui il Comune affittava da una confraternita 600 loculi, accollandosi le spese per l’estumulazione delle salme e avevamo chiesto quali erano i vantaggi economici dell’ente di un’operazione incomprensibile e illegittima.Solo pochi giorni avevamo chiesto al Sindaco le ragioni dell’inerzia dell’amministrazione comunale per porre fine all’emergenza loculi, chiedendo che fine avesse fatto il progetto di ampliamento del cimitero. E alle nostre richieste l’Amministrazione Comunale aveva risposto con un silenzio assordante.
Oggi, da quanto si apprende dagli organi di stampa, sembrerebbe che gli inquirenti sospettino ingerenze della mafia nella gestione delle sepolture e dei servizi collegati. Un’accusa pesante, che getta sulla nostra città un’ulteriore ombra oscura, sulla quale occorre al più presto fare piena luce.
Come Pd ci saremmo aspettati che il Sindaco, in qualità di capo dell’amministrazione e primo responsabile dell’igiene pubblica, chiedesse la convocazione d’urgenza del consiglio comunale per riferire alla cittadinanza su una questione così scottante. Invece ancora una volta ci siamo trovati difronte all’ennesimo comunicato-stampa di poche righe, dove venivano annunciate misure tardive e ripetute le ovvietà di rito.
È grave che il sindaco dica di non sapere cosa succedesse al cimitero, segno di un’amministrazione che da tempo ha perso il controllo della macchina comunale e il polso di ciò che avviene in città. Ci chiediamo come si possa approvare una delibera che prevedeva l’affitto di loculi, senza sapere che a due passi da quella porzione di cimitero si svolgevano attività illecite. Ci chiediamo perché il signor Sindaco nulla ha fatto in tre anni per tamponare l’emergenza loculi. Ci chiediamo perché alcune cose nella nostra città sono tabù, dalle sepolture alla raccolta differenziata alla gestione dell’acqua, e su queste cose non esiste rimedio o soluzione. Ci chiediamo quali interessi oscuri, quali business, ci siano dietro. Ci chiediamo perché i servizi comunali continuano ad essere ogni giorno peggiori, mentre le tasse continuano ad aumentare.
Ci chiediamo perché il signor Sindaco continui a ruotare “a babbo morto” i dipendenti comunali, quando probabilmente l’unica rotazione che avrebbe senso sarebbe proprio la sua.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.