f Bagheria. Anche l'avvocatura dello Stato, chiede l'annullamento della delibera sull'Irpef | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Anche l’avvocatura dello Stato,
chiede l’annullamento della delibera sull’Irpef

mercoledì 5 marzo 2014, 17:51   Attualità  

Letture: 933

comune nuovaCon una nota inviata nei giorni scorsi, l’avvocatura dello Stato, per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, chiede al Tribunale amministrativo di imporre al  Comune di Bagheria, di ritirare la delibera della giunta comunale, del 27 novembre 2013, in relazione all’aumento dell’aliquota addizionale comunale dell’Irpef, per l’anno 2013, dallo 0,30 allo 0,80.
Nella nota inviata nei giorni scorsi, si legge anche che il Dipartimento delle Finanze, aveva invitato il Comune a revocare la delibera, perché illegittima, perché di competenza del consiglio comunale.
Nella nota si legge che la deliberazione n.183 del 2013, è “illegittima, per incompetenza. -carenza di potere-  violazione e/o falsa applicazione del combinato disposto dell’articolo 1 comma 3 del D.L. n.360/198”.
Sull’argomento interviene il consigliere comunale Angelo Puleo: “il documento che solo oggi 5 marzo 2014 è stato consegnato al Consiglio Comunale di Bagheria era già noto: voci di corridoio parlavano di un importante documento giunto agli uffici comunali e personalmente lo avevo anche pubblicamente chiesto al Presidente del Consiglio Vigilia durante i lavori di Consiglio Comunale per l’adesione al Piano di Riequilibrio del Comune, richiesta importante che non è stata assolta, come se non fosse importante per i Consiglieri sapere che ai conti in rosso del nostro Comune si deve aggiungere almeno un altro milione di euro di ammanco … alla faccia della trasparenza e legalità!
Credo di poter essere uno dei Consiglieri comunali più rammaricati del documento scritto e inviatoci dall’Avvocatura di Stato sull’aumento dell’IRPEF deliberata dal signor Sindaco e Assessori, poiché fin da subito manifestai la mia forte perplessità sull’atto deliberato dalla Giunta comunale e costretto, poi, lo scorso 7 dicembre 2013, a denunciarlo alla Corte dei Conti e all’Assessorato regionale Enti Locali
Era tutto illegittimo, era un evidente errore non solo politico, era solo l’ennesimo tentativo di Sindaco e Giunta di aspettare il tempo che passa.”

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.