f Bagheria. Riconsacrato il cimitero comunale con una Via Crucis | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Riconsacrato il cimitero comunale con una Via Crucis

sabato 8 marzo 2014, 16:16   Attualità  

Letture: 2.664

Cimitero riconsacrato 2di Pino Grasso

Un lungo e numeroso cordone di fedeli in preghiera ha attraversato ieri pomeriggio i viali del Cimitero comunale, in occasione della “Via Crucis” organizzata dalle Comunità ecclesiali, dopo gli atti di profanazione di alcune salme e dopo che sono state trovate ancora fumanti alcune bare bruciate in un’area di stoccaggio che insieme ad altre quattro sono state sequestrate dall’autorità giudiziaria che ha in corso un’inchiesta per scoprire i responsabili del vilipendio.
Il luogo sacro venerdì scorso era pulito come non mai grazie all’intervento della nuova equipe degli operatori del Cimitero, nominata dall’amministrazione comunale dopo il “fattaccio”, guidata dal funzionario Bartolo Di Matteo che ha fatto trovare ai numerosi fedeli accorsi nel luogo santo tutto in ordine e pulito in ogni angolo. I cassonetti dei rifiuti erano vuoti, le aiuole ordinate, le fontanelle zampillanti e non c’erano i fiori secchi che prima si trovano abbandonati nelle piazzuole.
“Sono anni che frequento questo luogo perché vengo a deporre i fiori sulla tomba di mio marito morto nel ’90 – afferma Caterina Prestigiacomo – e non mi era mai capitato di trovare il Cimitero così pulito come in questa occasione”. Nei giorni scorsi numerosi erano stati i cittadini che hanno fatto la fila all’ingresso del cimitero per verificare se la tomba dei propri cari fosse stata profanata e se i resti mortali dei parenti giacessero ancora sempre nello stesso sepolcro.
Tra i partecipanti alla pia pratica religiosa della “Via Crucis” condotta da frà Tindaro Faranda, parroco della parrocchia di Sant’Antonio che poi ha benedetto il Cimitero e da don Massimiliano Purpura, gli altri parroci della città, i diaconi, il sindaco Vincenzo Lo Meo, l’assessore Antonio Scaduto e alcuni consiglieri comunali, tra cui alcuni dei firmatari della mozione di sfiducia del sindaco.
Nell’occasione ha fatto la sua prima uscita pubblica il nuovo coordinatore del Clero cittadino, don Giuseppe Sunseri che si è avvicendato con l’arciprete don Giovanni La Mendola che ha lasciato l’incarico dopo oltre dieci anni. “La preghiera che abbiamo condotto – ha detto don Sunseri – ha fatto superare gli atti di vilipendio perpetrati nei giorni scorsi da uomini che si sono fatti avvinghiare dal male. E’ stato grazie alla forza della nostra preghiera che questo luogo dove riposano i nostri cari che ci hanno preceduto è stato risanato. Oggi, soprattutto, abbiamo dato una testimonianza di come testimoniare la nostra Fede in Cristo che è davvero risorto”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.