f Bagheria. Chiarita la dinamica. Lanza era andato in aiuto del cognato | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Chiarita la dinamica. Lanza era andato in aiuto del cognato

giovedì 24 aprile 2014, 11:17   Attualità  

Letture: 7.965

lanza gSembrano definitivamente diradate le nubi attorno alla morte di Giuseppe Lanza, lo sfortunato panettiere di 32 anni, investito martedì sera lungo l’autostrada Palermo-Catania, a circa 2 chilometri dall’uscita per Bagheria.
Secondo la definitiva ricostruzione a rimanere in panne è stato il cognato, rimasto senza benzina. E’ stato lui a chiamare al telefono Giuseppe Lanza, proprietario della Pegeout. Il trentatreenne si trovava a casa, è uscito per comprare un po’ di carburante ed è andato dal cognato che si trovava fermo in autostrada, mentre pioveva, fra Casteldaccia e Bagheria.
Malgrado la benzina, l’auto non si sarebbe messa in moto e i due hanno spinto la macchina.
Giuseppe Lanza ha aperto lo sportello di guida per utilizzare il volante.
A questo punto, a causa della pioggia, sarebbe piombata la fiat Panda guidata dal 23enne di Palermo, che non ha visto la macchina. L’impatto è stato violentissimo.
Il giovane si è anche fermato subito dopo e ha chiamato il 118. Il cognato, resosi conto della gravità dell’incidente, ha preso in braccio Giuseppe e a bordo della macchina con cui era venuto per soccorrerlo, ha cercato di raggiungere il pronto soccorso di Bagheria.  Lungo il tragitto hanno incrociato un’ambulanza. I sanitari hanno però verificato che Giuseppe era  già morto.
Il giovane che guidava la Panda rischia l’incriminazione per omicidio colposo. Gli esami alcolemici sono risultati negativi.
Inizialmente si era pensato che era stato Giuseppe Lanza ad essere rimasto in panne e ad avere chiamato il cognato. Ma l’errore è stato provocato dal fatto che Lanza era il proprietario della macchina. La polizia stradale ha fatto chiarezza sulla dinamica.
Di certo c’è che un giovane di 33 anni, grande lavoratore, padre di 3 figli, l’ultima di appena 8 giorni di vita, è morto.
Giuseppe Lanza è l’ennesima vita spezzata da coincidenze e da un destino terribili.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.