f Bagheria. Il deputato nazionale di Sel, Erasmo Palazzotto: "elezioni falsate" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il deputato nazionale di Sel, Erasmo Palazzotto: “elezioni falsate”

venerdì 25 aprile 2014, 09:49   Politica  

Letture: 1.437

palazzottodi Martino Grasso

Per il deputato nazionale  di Sinistra Ecologia e Libertà, Erasmo Palazzotto, le elezioni  di Bagheria rischiano di essere falsate. Palazzotto, con un comunicato stampa, preannuncia anche che si rivolgerà al Prefetto si Palermo.
“Forze politiche rischiano l’esclusione  dalla competizione elettorale -dice- per cavilli legali e ‘furberie’. Ecco cosa sta succedendo a Bagheria, popolosa cittadina alle porte di Palermo”.
Alla base della posizione del deputato di Sel ci sarebbe l’impossibilità di alcuni partiti, come il suo, non presenti alla Regione,a raccogliere le firme per la presentazione delle liste.    “Il Comune -spiega Palazzotto-  è commissariato e i consiglieri, non essendo più in carica, non possono autenticare le firme per la presentazione delle liste. I consiglieri provinciali, altra figura istituzionale autorizzata ad autenticare le firme, non esistono più.  La conseguenza è che si chiede ai cittadini di recarsi direttamente in Comune per apporre la propria firma per la presentazione delle liste.Procedura che scoraggia, di fatto, la partecipazione dell’elettorato. Oltre al danno -prosegue l’esponente di Sel- la beffa: chi è rappresentato all’Ars non ha bisogno di raccogliere le firme e quindi i ‘gattopardi’ che hanno fondato gruppi di transfughi, mai visti in nessuna scheda elettorale, potranno partecipare alla competizione, mentre partiti vivi attivi e rappresentati al Parlamento nazionale no”.
Secondo Palazzotto “e’ un fatto gravissimo e il tempismo con cui il governo regionale e Ars hanno dato vita a norme antidemocratiche si sposa con chi, in malafede, pensa di aver ostacolato i propri avversari. E’ chiaro che se dovessero celebrarsi elezioni con queste regole sarebbero da considerare illegittime. Come è possibile che alle elezioni amministrative a Palermo, convocate con molto più anticipo, il numero di firme necessarie per presentarsi sia stato dimezzato ed a Bagheria no? Come si può pensare che in pochissimi giorni migliaia di cittadini affollino il Comune di Bagheria per presentare le liste? Chi vigilerà sulla regolarità delle operazioni?”
“Oggi stesso -conclude- scriverò al Prefetto, per denunciare l’accaduto e chiedere provvedimenti. Sel presenterà ugualmente la propria lista e darà battaglia per Bagheria ma anche perché non si crei un precedente pericolosissimo”.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.