f Bagheria. Stato di agitazione dell'Ati group. Oggi sciopero in Prefettura | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Stato di agitazione dell’Ati group. Oggi
sciopero in Prefettura

giovedì 10 aprile 2014, 17:14   Attualità  

Letture: 1.958

operai gru 1Continua lo stato di agitazione dei lavoratori delle aziende edili di villa Santa Teresa: Ati Group, Emar, Ediltecnica.
I rappresentanti sindacali della Fillea Cigl, hanno preannunciato una manifestazione per oggi sotto la sede della Prefettura di Palermo.
Qualche settimana fa due operai salirono su una gru per evidenziare lo stato disagio (la foto si riferisce a quell’episodio).
“A undici anni di distanza dal sequestro -scrivono in un comunicato- non esiste un progetto complessivo di gestione per le aziende, che occupano circa 120 tra operai edili, metalmeccanici e impiegati.”
La Fillea ha inviato anche una lettera al prefetto Francesca Cannizzo, per ricevere una delegazione.
“Mentre molta attenzione viene destinata alle sorti della parte sanitaria (Villa Santa Teresa), lo stesso non può dirsi per la parte edile e metalmeccanica -dichiara il segretario della Fillea Cgil di Palermo Mario Ridulfo– Ripetutamente abbiamo dichiarato la nostra contrarietà a uno “spacchettamento” dei beni e delle aziende del gruppo e da tempo chiediamo un “Piano industriale” per tutta la confisca che preveda anche soluzioni diverse. Attualmente la stragrande maggioranza dei lavoratori sono in cassa integrazione straordinaria, mentre i pochi cantieri aperti (ampliamento Clinica Villa Santa Teresa, mattatoio di Partinico, Policlinico di Palermo) che impegnano una parte minimale dell’attuale forza lavoro, tra poche settimane termineranno”.
I sindacati sottolineano che sono fermi i cantieri dell’ospedale di Bronte e di Biancavilla. La Fillea, sottolinea che si va verso la conclusione dei cantieri senza nessuna prospettiva: “ad oggi non c’è alcun progetto di acquisizione di nuove commesse. In questa situazione tra pochi mesi nessun lavoratore avrà garanzia del proprio posto di lavoro”.
Qualche giorno fa si è svolto un incontro al quale ha preso parte il viceministro Filippo Bubbico, che ha dichiarato di farsi portavoce delle istanze dei lavoratori del gruppo.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.