f Marcello Dell'Utri arrestato in Libano | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Marcello Dell’Utri arrestato in Libano

sabato 12 aprile 2014, 11:46   Dall'Italia e dal Mondo  

Letture: 1.377

dell'utri“Marcello dell’Utri si trova in questo momento negli uffici della polizia libanese”. Lo annuncia il ministro dell’Interno Angelino Alfano a margine dell’assemblea di Ncd. “Dell’Utri – spiega Alfano rispondendo ad una domanda dell’ANSA – è stato rintracciato a Beirut dalla polizia libanese che ora è in contatto con la polizia italiana in ottemperanza con il mandato di cattura internazionale. E’ ora in corso una procedura che diventerà estradizionale”. 
“E’ naturale e conseguente”: così il ministro dell’Interno Angelino Alfano risponde al cronista dell’ANSA che gli chiede se l’Italia chiederà l’estradizione dal Libano di Marcello Dell’Utri dopo la sua cattura.
L’ex senatore Marcello Dell’Utri era ufficialmente latitante da due giorni, ma la notizia della sua fuga all’estero non aveva sorpreso più di tanto: sia perché non si tratta della prima volta; sia perché in una pausa del suo ventennale processo per concorso esterno in associazione mafiosa, giunto ormai alla vigilia dell’ennesimo vaglio da parte della Cassazione, dichiarò placidamente ai giornalisti che lui in politica era entrato solo per evitare l’arresto. Sbagliò allora chi pensò che Marcello Dell’Utri, “padre” di Publitalia e braccio destro di Silvio Berlusconi, stesse lanciando una provocazione. Chi lo conosceva sapeva che stava dicendo esattamente come erano andate le cose. Sapeva che l’ex bancario che fece fortuna al Nord, al quale la Dia non è riuscita a notificargli l’ordine di arresto emesso a suo carico dalla corte d’appello di Palermo, il rischio di finire in una cella non l’avrebbe mai corso. E di ciò in realtà una prova s’era già avuta a marzo del 2012 quando cercò di darsi alla macchia a pochi giorni dalla data in cui la Suprema Corte si sarebbe dovuta esprimere sulla prima condanna a 7 anni inflitta a Palermo. (ansa.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.