f Sulle primarie del centrosinistra | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sulle primarie
del centrosinistra

martedì 22 aprile 2014, 11:52   L'Opinione  

Letture: 1.261

di Orazio Amenta *amenta


La coalizione di centrosinistra ha scelto il suo candidato a sindaco. Chi sperava che il partito e la coalizione si dividesse all’indomani delle primarie deve purtroppo ricredersi e prendere atto che il Pd rimane al centro della scena politica con tutto il suo peso, come ha fatto negli ultimi mesi, e si giocherà unito e compatto tutte le sue carte nella competizione elettorale del 25 maggio prossimo.
Riteniamo che dal punto di vista della preparazione e del controllo delle operazioni di voto siano state le primarie meglio organizzate negli ultimi anni a Bagheria. Lo testimoniano lo spirito di fair play che ha animato la competizione, l’assenza di qualsiasi contestazione da parte dei candidati e dei loro rappresentanti, lo spoglio sereno e festante della sera, l’immediato riconoscimento del risultato elettorale da parte degli sconfitti.
Che si sia celebrata una bella giornata di democrazia è fuori di dubbio, con oltre 2.300 cittadini impegnati a scegliere il proprio candidato a sindaco, tre partiti a contendersi la palma del vincitore e due settimane piene di confronti, di proposte e idee sul nuovo progetto di città. Certo le polemiche del giorno dopo, ci spingono a riconsiderare le regole delle primarie e ad avviare una riflessione per le prossime occasioni, ma il coinvolgimento popolare, nonostante il pochissimo tempo a disposizione, ci dice che siamo sulla strada giusta e su questa bisogna continuare.
Dal punto di vista politico, c’è da rilevare, invece, il fatto grave che l’ex sindaco e buona parte della sua giunta, sfiduciata appena un mese prima, hanno votato e fatto votare alle primarie. Quelle presenze ai gazebo, sicuramente evitabili, hanno prodotto un danno di immagine al candidato sindaco del Pd e all’intera coalizione e pertanto occorre ribadire a gran voce, che il centrosinistra si è mosso e si muoverà in antitesi rispetto all’Amministrazione Lo Meo, segnando una linea di demarcazione netta con il passato recente amministrativo e politico della città. Crediamo, come centrosinistra, che non sia più il tempo di equivoci, contiguità, ambiguità nei confronti di coloro che ci hanno amministrato fino al mese scorso e di quanti li hanno direttamente o indirettamente sostenuti, e che l’unica via possibile sia la formazione di un governo di svolta e di cambiamento, in discontinuità netta, chiara e forte con il passato, negli uomini e nei programmi. Non è più il tempo per inciuci, la mozione di sfiducia ha segnato una linea di demarcazione tra vecchio e nuovo, passato e futuro, indolenza e responsabilità. E anche per questo riteniamo importante dare un messaggio di trasparenza alla città, dicendo sin da subito, no a qualsiasi apparentamento politico con altre forze che non siano di chiara matrice di centrosinistra. Chi vince governa, chi perde va all’opposizione, nella limpidezza di ruoli e responsabilità.
Sappia il nostro candidato Sindaco, Daniele Vella, essere protagonista di questo progetto cambiamento collettivo e incarnare pienamente la voglia di riscatto della nostra comunità.

*segretario Pd Bagheria

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.