f Bagheria. Saccheggiata la chiesa evangelica. Rubati pianole e microfoni | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Saccheggiata la chiesa evangelica. Rubati pianole e microfoni

lunedì 5 maggio 2014, 14:54   Cronaca  

Letture: 2.805

chiesa evangelicadi Martino Grasso

Un’altra chiesa evangelica è stata presa di mira da ladri e vandali nel giro di poche settimane.
E’ il terzo episodio del genere. Dopo che i ladri hanno danneggiato e saccheggiato i centri di Santa Flavia e di Altavilla Milica, nella notte fa sabato e domenica, sono penetrati nei locali di via Palagonia a Bagheria.
Ingenti i danni che hanno provocato.
Sono stati rubati tutte le apparecchiature audio e video presenti nel locale tra cui tre tastiere, tutti gli altoparlanti appesi alle pareti, diversi microfoni, un mixer monitor e dei  videoregistratori. Sono stati portati via persino gli utensili per celebrare la Santa cena come il calice ed il piatto dove si depone il pane spezzato. L’amara scoperta è avvenuta domenica mattina, da parte dei responsabili, che erano arrivati per preparare la messa domenicale.
“La situazione della delinquenza -dice una componente della comunità evangelica bagherese- ha toccato anche noi senza nessuna morale e senza nessun ritegno. E’ giusto che le istituzioni sappiano che abbiamo subito danni e ne siamo veramente addolorati. Andremo avanti comunque perché per lodare Dio basta la fede l’anima e il cuore, cercheremo piano piano col tempo di ricomprare ogni cosa. Ci siamo sentiti violati nella casa del nostro Signore”.
Altri furti hanno interessato, nei giorni scorsi, altre due comunità evangeliche. Il 23 aprile è stata presa di mira la comunità ad Altavilla Milicia del pastore Leo Calì. In quell’occasione i ladri hanno depredato la sala principale, rubando tutto l’impianto audio e gli strumenti musicali. Sono rimaste solo le sedie.
Il 15 aprile era finita all’attenzione dei ladri, il centro Betania, lungo la strada statale 113, fra Santa Flavia e Casteldaccia, del pastore Bartolo Taormina.
Il centro sorge in un edificio sequestrato alla mafia, affidato al centro dal comune di Santa Flavia.
Ignoti erano penetrati all’interno dei locali e dopo avere danneggiato la struttura avevano rubato indumenti e scarpe destinati alle famiglie bisognosi del territorio, tutti gli accessori per cucinare e distribuire i pasti ai disagiati.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.