f Casteldaccia. Morto Andrea Virruso, rimasto coinvolto in un incidente stradale il 13 aprile | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. Morto Andrea Virruso, rimasto coinvolto in un incidente stradale il 13 aprile

venerdì 16 maggio 2014, 11:35   Cronaca  

Letture: 11.805

andrea virrusodi Martino Grasso

Dopo oltre un mese dal terribile incidente, non ce l’ha fatta.
E’ morto questa mattina, Andrea Virruso, lo sfortunato giovane di 23 anni, di Casteldaccia, che era rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto in via Ugo La Malfa, intorno alle 4 del mattino, il 13 aprile scorso. Andrea è spirato questa mattina all’ospedale Civico di Palermo, dove era stato ricoverato.
Il giorno dell’incidente, il giovane,  viaggiava a bordo di una Mini Cooper, avrebbe perso il controllo della macchina schiantandosi contro un muro. 
Sul luogo dell’incidente erano intervenuti  i sanitari del 118 e  i vigili del fuoco, intervenuti per estrarre il ragazzo dall’auto.
Sulla vicenda i carabinieri della compagnia di Bagheria hanno anche aperto un’indagine per cercare di ricostruire la dinamica esatta dell’incidente.
Il giovane venne subito condotto all’ospedale Civico di Palermo dove i sanitari si sono immediatamente resi conto delle gravissime condizioni in cui versava.
Per oltre un mese ha lottato fra la vita e la morte. E’ stato sottoposto a numerosi interventi e si sperava che grazie al suo giovane fisico potesse riprendersi. Ma il suo cuore questa mattina, all’alba, ha cessato di battere.
Andrea faceva il carrozziere.

Gli amici lo ricordano come un ragazzo bravo, che amava la vita, dedito al lavoro, che non beveva.
“Andrea si è aggrappato alla vita, con i denti e con le unghie” dice l’amico Gianluca Calì. Poi rivolgendosi direttamente all’amico dice:  “ci hai tenuto, giorno dopo giorno, attaccati alla speranza e alla preghiera; non ci sono parole che possano lontanamente esprimere ciò che stiamo provando. Siamo tanti ad avere avuto la fortuna di averti conosciuto e tutti ti porteremo sempre nei nostri cuori”.
Anche la bacheca del suo profilo Facebook è costellata di messaggi strazianti e pieni d’amore degli amici più cari.
Fino a questa mattina gli amici lo esortavano a resistere e a non mollare.
Oggi la speranza ha lasciato il posto alle lacrime.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.