f Bagheria. Stenta a decollare la raccolta differenziata. I contenitori utilizzati male | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Stenta a decollare
la raccolta differenziata.
I contenitori utilizzati male

domenica 8 giugno 2014, 15:30   Attualità  

Letture: 1.936

Differenziata paradossodi Pino Grasso

Il paradosso della raccolta differenziata in città. Nonostante da quasi un mese sono stati collocati i cassonetti colorati per la raccolta differenziata, i cittadini, come dimostra la foto scattata ieri in via Giuseppe Bagnera, ma anche in altre zone come via Dante, via Libertà e via Papa Giovanni XXIIII, continuano a non differenziare i rifiuti e lasciano accanto ai nuovi cassonetti enormi sacchi ricolmi di spazzatura.
La raccolta in una parte del territorio comunale è partita, grazie all’accordo tra i lavoratori dell’ex cooperativa “Temporary” licenziati dal consorzio Coinres e della “Ecogestioni” che si è aggiudicata l’appalto d servizio. Nelle zone individuate a scopo sperimentale che sono quelle comprese nel quartiere del centro storico sono stati collocati i contenitori colorati: quello azzurro per la raccolta per carta e cartone, verde per vetro e alluminio, giallo per la plastica, marrone per alimentare e organico, grigio per quella indifferenziata che invece vengono riempiti da sacchetti indifferenziati.
Da più parti si lamenta una mancata campagna di formazione ed informazione alla cittadinanza che si dichiara disinformata. “Hanno collocato i cassonetti colorati nel mio quartiere – dichiara Mariangela Aiello – ma non hanno comunicato, come di deve fare la raccolta, ne tantomeno gli orari di raccolta”. Il piano di raccolta differenziata, secondo il programma, prevede la differenziata in un area sperimentale per un periodo di tre mesi che successivamente diventerà di durata settennale. Ció al fine di risparmiare sui costi della filiera della carta, dell’alluminio, della plastica e vetro e cartone come previsto nel piano ARO (le aree di raccolta ottimale). Sono interessati i condomini compresi nel quadrilatero che racchiude le vie papa Giovanni XXIII, via Consolare, via Bagnera e via Libertà. Ma c’é di più perché a quanto pare decine di cassonetti nuovi, sono stati anche trafugati. “Nel mio quartiere a ridosso con via Papa Giovanni XXIIII, erano stati collocati diversi contenitori – dichiara Francesco Prestigiacomo – ma già dopo alcuni giorni, molti erano già scomparsi e si dice che abbiano preso la strada dei condomini privati”. Fino ad ora la raccolta differenziata veniva effettuata soltanto per la carta e il cartone presso gli esercenti del centro storico e quella dei rifiuti ingombranti domiciliare. Il totale raggiungeva la modesta percentuale del 5 per cento del totale, mentre con questo ulteriore servizio l’amministrazione comunale conta di raggiungere il 45 per cento ed entro l’anno il 55 per cento per potere risparmiare sui costi che sono davvero elevati a causa delle note vicende del Coinres che dovrebbe terminare perché il Comune uscirà dal consorzio.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.