f Come ridurre i costi della politica | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Come ridurre
i costi della politica

domenica 29 giugno 2014, 21:55   L'Opinione  

Letture: 2.128

tripolidi Filippo Maria Tripoli 

In riferimento alla posizione del nostro gruppo già anticipata durante la prima seduta del consiglio comunale del 25 giugno in merito ai costi della politica, abbiamo le idee chiare.
In una condizione di normalità sarebbe giusto e legittimo che chi fa politica ( consiglieri e sindaco eletti democraticamente dal popolo e assessori nominati fiduciariamente dal sindaco) percepisca una indennità di carica o il cosiddetto gettone di presenza. Valutata tuttavia l’ attuale condizione di straordinarietà e tenuta in debita considerazione la circostanza che il nostro comune è formalmente in dissesto e sostanzialmente fallito, noi rappresentanti delle istituzioni abbiamo l’obbligo di dare l’esempio.
Come forza politica presenteremo al Presidente del Consiglio una nostra proposta con delle soluzioni chiare e fattibili.
Proponiamo, fino a quando non si uscirà dalla fase di dissesto, di razionalizzare i costi della politica, attraverso un triplice intervento:

  1. Riduzione del numero dei componenti delle commissioni consiliari dagli attuali 9 a 5, aumentando il numero delle commissioni permanenti da 4 a 6. Ciò consentirebbe un tangibile risparmio nelle spese relative alle commissioni, poiché non ci sarebbero consiglieri impegnati in più commissioni. Ogni consigliere quindi avrebbe la presenza soltanto in una commissione e potrebbe inoltre meglio esercitare il proprio mandato. Va da sé che detta proposta di modifica del regolamento, già avanzabile in sede di Commissione permanente dei Presidenti dei gruppi consiliari, consentirebbe il pieno rispetto del mandato elettorale, in quanto il Movimento 5 stelle, uscito vincente dalle urne, conserverebbe la maggioranza assoluta in tutte le commissioni . Inoltre chiediamo, così come previsto dal regolamento, che le funzioni di segretario delle commissioni non siano più svolte da un dipendente comunale, bensì dal consigliere più giovane.
  2. Proponiamo, altresì , che il cosiddetto gettone di presenza ( € 50.00 lorde per ciascun consigliere per ciascuna seduta ) dovuto ai consiglieri comunali venga totalmente sterilizzato e che il risparmio conseguente sia destinato, tramite il bilancio comunale, in parte per dare la massima diffusione ai lavori d’aula e di commissione attraverso Tv locali, Radio locali e testate giornalistiche on line e cartacee bagheresi, al fine di consentire la massima trasparenza dei lavori d’aula e di commissione. Ciò in totale sintonia con quanto espressamente previsto dal programma elettorale della attuale maggioranza. Non di meno l’ulteriore risparmio conseguente potrà essere destinato a fini sociali, in base alle esigenze del territorio.
  1. Infine riteniamo opportuno che il sindaco (per il quale è prevista una retribuzione di € 4.386 lorde mensili ), il vice sindaco (per il quale è prevista una retribuzione di € 3.290 lorde mensili )e gli assessori(per i quali è prevista una retribuzione di € 2.851 lorde mensili ),riducano la loro indennità portandola rispettivamente al pari del primo livello retributivo di un dipendente di fascia D , di fascia C e di fascia B del nostro Comune.

Ciò consentirebbe un concreto risparmio per le casse comunali in termini di minori uscite, concretizzandosi quale cosa ben diversa dal foraggiamento di associazioni, onlus o cooperative di nuova o vecchia costituzione.
La campagna elettorale è finita. È il momento delle proposte concrete. Ciò che non è stato fatto in passato, se abbiamo a cuore le sorti di questo paese, abbiamo il dovere di farlo oggi. Siamo fiduciosi che questa maggioranza sappia rivolgersi alle opposizioni senza pregiudizi, accettando e facendo proprie le proposte che da essa provengono.

* consigliere comunale

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.