f Aspra. Sequestrate le giostre del piano Stenditore per mancanza di autorizzazione | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Aspra. Sequestrate le giostre del piano Stenditore per mancanza di autorizzazione

venerdì 11 luglio 2014, 11:46   Cronaca  

Letture: 2.512

giostreSono state sequestrate le 4 giostre che si trovavano nel piano Stenditore ad Aspra da una decina di anni. Alla base c’è la comunicazione da parte della Regione che ha vietato l’installazione delle giostre, malgrado la richiesta da parte del Comune di rinnovare la concessione demaniale con la quale si chiedeva l’autorizzazione a confermare la concessione, per 400 metri quadri, anche per attività di spettacolo “viaggiante” appunto le giostre, fino al 2017.
“L’Arta, Demanio marittimo della regione Siciliana –dice l’assessore all’urbanistica Luca Tripoli–  ci ha risposto che la licenza poteva essere rinnovata ma come per la precedente licenza,  non prevede installazione di giostre. Il rinnovo provvisorio avvenne, con decreto regionale del 24 aprile 2012 valevole fino alla fine 2012. Per il 2013 il Comune aveva pagato il canone annuale, ottenendo una proroga non formalizzata, sino al 31 dicembre 2013. Per il 2014 il canone non è stato corrisposto e la licenza risulta scaduta, mentre la richiesta per l’installazione delle giostre non è mai stata portata a compimento” nonostante i titolari pagassero per l’occupazione.”

Lo scorso 22 maggio, i funzionari dell’ufficio Demanio della regione hanno verificato la presenza, non autorizzata, delle giostre, chiedendo attraverso una nota al Comune di Bagheria, alla Polizia Municipale e alla Capitaneria di Porto di Palermo di chiudere le giostre.
Lo scorso giugno, altri titolari avrebbero tentano di occupare il suolo demaniale, sprovvisti delle autorizzazioni, e a questo punto il comando dei vigili urbani ha dovuto apporre i sigilli alle giostre.
“L’amministrazione comunale -dice l’assessore Tripoli- si è immediatamente attivata per richiedere che si potesse “sdemanializzare” la zona al fine di acquisirla a patrimonio comunale e poterla sfruttare appieno. Si sono svolte diverse riunioni presso l’assessorato regionale Territorio e Ambiente, al servizio Demanio Marittimo. Vogliamo acquisire a patrimonio comunale piano Stenditore per poter sfruttare tutte le enormi potenzialità che offre questo spazio, superando le limitazioni attuali nell’ottica di uno sviluppo turistico dell’area e del mantenimento del decoro urbano”.
L’assessore anticipa anche che la Regione ha mostrato disponibilità n tal senso.
“Adesso si dovrà procedere con il rinnovo della licenza per l’anno corrente, ma non è escluso che per l’inizio del nuovo anno si possa verificare quanto auspichiamo. E’ partita la sistemazione delle attività commerciali sul lungomare e, a breve, l’aggiornamento del P.U.D.M. (Piano di utilizzo del demanio marittimo).
“Lavoreremo per progettare con i cittadini una nuova visione d’insieme del litorale di Aspra”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.