f Bagheria. Consiglio comunale: passa mozione del M5S sui costi della politica | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Consiglio comunale: passa mozione del M5S sui costi della politica

venerdì 25 luglio 2014, 14:59   Politica  

Letture: 2.495

consiglio comunale 24 lugliodi Martino Grasso

E’ durato ben 9 ore il consiglio comunale di ieri che ha affrontato tutti i punti all’ordine del giorno.
“E’ stato un consiglio comunale fruttuoso -dice il presidente  Claudia Clemente– fondamentale l’approvazione dell’ordine del giorno con cui è stata approvato la revoca in autotutela di una delibera del commissario straordinario La Iacona, sul piano finanziario e la successiva approvazione della delibera sull’individuazione delle spese da finanziare dei “Progetti giovani città e futuro” e PAC piano di azione e coesione. Inoltre credo sia importante l’approvazione della mozione sulla riduzione dei costi della politica”.  Sull’argomento si è dichiarata soddisfatta anche l’assessore ai servizi sociali Maria Puleo: “adesso abbiamo la possibilità di avviare un progetto per 150 minori e riaprire 2 asili nido. Per gli anziani potremo effettuare il servizio domiciliare”.
E sulla riduzione delle spese dell’apparato politico, è passata la mozione del Movimento 5 Stelle, mentre è stato bocciato l’ordine del giorno del consigliere comunale Filippo Tripoli che proponeva altre strade sulla riduzione delle spese.
L’ordine del giorno approvato prevede la riduzione del 30% delle indennità e dei gettoni di presenza in modo degli assessori e dei consiglieri comunali, mentre il sindaco non percepirà l’indennità piena per i primi 6 mesi e dal settimo potrà disporne, ma sempre con il 30% decurtato. “Questo si legge nel documento approvato- per poter restituire le somme accantonate direttamente ai cittadini,  con opere e servizi finalizzati al bene della collettività.”
Il movimento 5 stelle che ha presentato il documento, poi approvato, sottolinea che i consiglieri del movimento percepiranno il gettone soltanto se presenti ad almeno il 70% delle sedute, esortando i colleghi consiglieri ad aderire a tale proposito.
“Il nostro obiettivo -continua il documento- è quello  di accelerare e potenziare i lavori d’aula, tramite una partecipazione attenta e costante di tutti i consiglieri comunali.
L’immagine di consigli deserti dovrà essere soltanto un pallido e sbiadito ricordo. Impegno e costanza per noi sono fondamentali.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.