f Il Giudice di Pace lascerà la città. Il sindaco "costi elevati" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il Giudice di Pace lascerà la città. Il sindaco “costi elevati”

giovedì 10 luglio 2014, 08:57   Attualità  

Letture: 1.383

giudice di paceIl Giudice di Pace si avvia a lasciare Bagheria per andare a Termini Imerese.
La comunicazione è arrivata dallo stesso sindaco Patrizio Cinque secondo il quale i costi elevati di gestione non giustificherebbero i benefici che si avrebbero dal servizio.
L’ufficio era l’unico rimasto nei locali di via Federico II dopo che gli altri servizi erano stati trasferiti.
“Occorrono circa 250 mila euro all’anno -ha detto- dovremmo mettere a disposizione 4 dipendenti comunali, i locali e pagare anche gli arredi. Non ci possiamo permettere questa spesa. Ho chiesto una relazione sui flussi di utenza che non ho ricevuto. Il rapporto costi-benefici non ci consente di tenere aperto l’ufficio del Giudice di Pace. Il Governo nazionale ha avvito una riduzione di spesa sulla quale però deve intervenire l’Ente Locale. Anche l’Agenzia delle Entrate per restare a Bagheria vuole dei locali di 800 metri quadrati, così come l’Inps e il centro regionale per l’agricoltura”.
Ferma la condanna dei gruppi consiliari di opposizione (Sarà migliore, Pd, aquilone, insieme, cambiare Bagheria, insieme per Bagheria, Udc, fi).
“Condanniamo fermamente la decisione del Sindaco Cinque -si legge in una nota-, assunta autonomamente e senza consultare le forze politiche e sociali bagheresi (come mai nessun sondaggio?), di non mantenere l’ufficio locale del Giudice di Pace per presunti e non dimostrati costi elevati dello stesso. E’ un grave errore politico smantellare i servizi del nostro territorio che rischia di trasformarsi in una desolata periferia palermitana.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.