f Bagheria. Individuate 13 discariche abusive. Il sindaco Cinque: "puniremo i trasgressori" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Individuate 13 discariche abusive. Il sindaco Cinque: “puniremo i trasgressori”

domenica 6 luglio 2014, 21:32   Attualità  

Letture: 1.719

discaricaSono 13 le discariche abusive individuate nei giorni scorsi nel corso di un sopralluogo del sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, insieme agli agenti del NOPA, il nucleo operativo di polizia ambientale della Polizia Municipale.
Dalla relazione emerge che fino all’anno 2011 le discariche abusive si formavano nei seguenti siti: Viale Sant’Isidoro; la stradella non asfaltata che congiunge Villa Sant’Isidoro con la frazione di Aspra; la strada comunale Eleuterio; la via Parisi; la via comunale Serradifalco Angiò; contrada Incorvino-Lanzirotti crocevia; contrada Incorvino-Consona; via Tommaso Campanella con via Valla; via Agostino Aiello; via Comunale Lorenzo; via Dolce Impoverile; il prolungamento del viale Libertà e il prolungamento di via Dante.
Su questi 13 siti, dopo i controlli effettuati a partire dal 2011, le discariche sono diminuite, si sono ridotte e alcune quasi scomparse. Nello specifico si tratta di: quella di viale Sant’Isidoro, la stradella non asfaltata che congiunge villa Sant’Isidoro con la frazione di Aspra; la strada comunale Eleuterio; la via Parisi; la via comunale Serradifalco Angiò; la via Tommaso Campanella con via Valla; la via Comunale Lorenzo.

Le discariche abusive sono per lo più composte da rifiuti ingombranti e materiali speciali quali: rottami di elettrodomestici, mobili, materassi e reti, sanitari, manufatti in ferro e legno, rifiuti inerti derivati da piccole manutenzioni domestiche, residui di potatura, apparecchi ed elettronici (PC, fax, stereo, cellulari, TV) giocattoli voluminosi, pneumatici, sfabbricidi e la pericolosa ondulina di eternit (cemento e amianto).
Il sindaco Cinque al fine evitare che tali rifiuti, alcuni speciali o tossici, siano oggetto di roghi, con il rischio di nuocere alla salute pubblica producendo fumi cancerogeni, ha richiesto l’aggiornamento dei dati già in possesso del Nopa, aggiornandoli con  i nuovi siti riscontrati nel sopralluogo e denunciati dalle segnalazioni degli utenti.
“Durante il sopralluogo -spiega il sindaco- abbiamo scoperto anche un sito sequestrato dalla forestale in via Vicinale Serradifalco; dobbiamo comprendere il motivo del sequestro -spiega Cinque, che aggiunge-La programmazione operativa sarà così organizzata; si recupereranno tutte le segnalazioni private, si metteranno a confronto, si controllerà il tipo di rifiuto abbandonato in discarica abusiva, che è una prassi già ricorrente, giacché, a secondo del rifiuto, c’è una particolare metodologia di smaltimento. Eseguita la certificazione del rifiuto trovato, si stabilirà l’operatività”.
Dalla relazione del NOPA il problema che emerge sulle discariche abusive del territorio comunale è davvero gravoso.
Molte sono oggetto di denunce già presentate da cittadini al dirigente preposto, altre discariche sono state scoperte durante il controllo del sopralluogo.
Dalla relazione del Nopa emerge che il fenomeno potrebbe essere arginato con un continuo monitoraggio dei vari siti dove sono abbandonati i rifiuti per perseguire i responsabili delle violazioni, intensificando continuamente gli appostamenti. E’ evidente che un tale continuo controllo – spiegano dal NOPA –  è dispendioso economicamente e prevede un impiego di forze ingenti. Altra soluzione deriverebbe dalla videosorveglianza; la gara à stata espletata nei primi mesi del 2013, occorre definire l’iter procedurale.
Intanto il NOPA solleciterà gli enti preposti per la bonifica delle discariche citate ed avvierà  uno studio allo scopo di arginare definitivamente il fenomeno.
“Non ci faremo sommergere da una problematica, seppure così gravosa – termina il sindaco di Bagheria – sarà difficile risolvere i problemi in breve tempo ma attenzioneremo, una per una tutte le zone periferiche per punire i trasgressori e cercare di favorire la bonifica delle zone”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.