f Bagheria. La rivoluzione di Agosto sui rifiuti. Spariranno i cassonetti | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. La rivoluzione di Agosto sui rifiuti. Spariranno i cassonetti

mercoledì 30 luglio 2014, 09:28   Attualità  

Letture: 3.668

Rifiuti-2di Pino Grasso

In arrivo la rivoluzione di agosto. È stata definita così dal sindaco Patrizio Cinque, intervenuto nel corso della trasmissione radiofonica “Ditelo a RgS” per la rubrica le “Buone notizie”. “La rivoluzione sarà attuata nel campo dei rifiuti – ha detto il sindaco – chi viene a Bagheria in questi giorni si accorge sicuramente che abbiamo una città piena di rifiuti. Tra pochi giorni sarà avviata la raccolta porta a porta a tappeto in tutto il territorio ed entro un mese la città avrà una nuova immagine”. Secondo il piano del sindaco, spariranno dalle strade i cassonetti per i rifiuti e verrà abbandonata anche l’iniziale idea di realizzare una trentina di piccole isole ecologiche dove conferire i rifiuti e la raccolta verrà fatta in base alla tipologia del rifiuto che verrà ritirato giornalmente a cominciare dall’umido il lunedì. Saranno invece mantenuti i contenitori nei condomini. “Si tratta di un Piano più evoluto per risolvere l’atavico problema dei rifiuti in città – aggiunge Patrizio Cinque – sarà questo l’unico modo per farlo funzionare bene e che ci consentirà di sganciarci dal Coinres i cui costi annuali ammontano a 10 milioni di euro. In questo caso abbatteremo i costi del cinquanta per cento con un risparmio per le tasche dei cittadini”.   In base al progetto messo in atto dal prossimo anno 2015, i rifiuti prodotti dai cittadini saranno quantificati e saranno premiati coloro che avranno dimostrato la capacità di sapere differenziare. “Tutto questo partirà dal prossimo 25 agosto, alla scadenza del contratto con la “Ecogestioni” che ha gestito il servizio sperimentale. Inoltre, garantiremo la salvaguardare dei livelli occupazionali utilizzando i lavoratori dell’ex cooperativa “Temporary”. Se dovessi scegliere io, darei merito a quei dipendenti che hanno tenuto pulita la città e non confermerei l’incarico ai fannulloni, da oggi però, tutti dovranno collaborare”. Attualmente il Comune ha in organico 77 dipendenti di cui 10 amministrativi e tra essi anche molte donne. “Per assicurare il servizio ci bastano due o tre amministrativi, tutti gli altri dovranno dare una mano”. Il sindaco annuncia che sarà attivato un sistema di controllo diretto del personale e chi sbaglia pagherà.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.