f Bagheria. Requisiti 275 loculi dalle cappelle private degli ultimi 10 anni | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Requisiti 275 loculi dalle cappelle private degli ultimi 10 anni

mercoledì 16 luglio 2014, 20:24   Attualità  

Letture: 1.709

cimitero 1di Martino Grasso

Sono 275 i loculi che sono stati requisiti dall’amministrazione comunale.
A firmare l’ordinanza è stato il sindaco Patrizio Cinque per fare fronte all’emergenza loculi.  Sono una quarantina le casse che si trovavano ammassate nel deposito ma anche negli uffici, una era addirittura sopra una scrivania. L’ordinanza sindacale  è la numero 9. I loculi individuati sono una percentuale del 50% dei loculi liberi e disponibili nella cappelle private costruite negli ultimi 10 anni dei posti ancora non utilizzati e non occupati da familiari deceduti. Requisiti anche tutti i posti liberi in cappelle e loculi appartenute a tutte le congregazioni religiose esistenti all’interno del cimitero comunale in via prioritaria rispetto alle cappelle private. I loculi saranno requisiti fino al 31 dicembre 2014.
La requisizione ha carattere temporaneo, sino appunto al prossimo 31 dicembre, e renderà disponibili 275 loculi.
L’ordinanza sindacale è pubblicata all’albo pretorio on line del comune e reca i nomi dei proprietari delle cappelle gentilizie che verranno requisite temporaneamente.

Il Comune provvederà alla restituzione dei loculi requisiti e contestualmente alla definitiva tumulazione nei loculi liberati per estumulazione o presso i nuovi loculi in progettazione delle salme temporaneamente ospitate nei loculi requisiti.
Poiché si tratta di tumulazione temporanee sarà fatto divieto di utilizzare lastre marmoree, finiture ed addobbi per la sigillatura dei loculi.
La requisizione è stata necessaria dalla mancanza totale di loculi all’interno del cimitero comunale.
L’emergenza è scaturita anche dalla disposizione dell’Asl che ha vietato le estumulazioni delle salme durante i mesi di luglio e agosto e settembre.
Le salme in giacenza devono essere prima possibile tumulate anche per motivi di igiene pubblica.
Il Comune per fare fronte alla carenza di loculi ha previsto l’acquisto di loculi prefabbricati. Saranno circa 600 i loculi prefabbricati.
Ogni blocco contiene 72 loculi e saranno sistemati in 8 lotti che erano stati dati in concessione per la costruzione di cappelle gentilizie che nel frattempo sono state revocate. Ogni loculo prefabbricato costerà circa mille euro.
Il Comune sta predisponendo la gara d’appalto per acquistarli.
I loculi prefabbricati potranno essere sistemati in poco meno di 15 giorni, ma occorrerà avere le autorizzazioni del Genio Civile e della Soprintendenza, ma vista l’emergenza, dovrebbero arrivare in tempi rapidi.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.