f Casteldaccia. Grazie al DNA individuati i presunti rapinatori ad una tabaccheria | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. Grazie al DNA individuati i presunti rapinatori ad una tabaccheria

venerdì 18 luglio 2014, 14:13   Cronaca  

Letture: 2.099

Carabinieri 1Dopo quasi 3 anni i carabinieri, grazie al DNA,  hanno individuati i presunti responsabili di una rapina ai danni di una tabaccheria di Casteldaccia che fruttò 5 mila euro.
La rapina venne messa a segno da due persone, con il volto coperto da passamontagna, il 23 novembre del 2011.
Questa mattina i militari della Stazione di Casteldaccia, coadiuvati da personale della Compagnia Carabinieri Palermo di Piazza Verdi, hanno notificato un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Termini Imerese per il reato di rapina aggravata in concorso, nei confronti di B.G., 21 anni, pregiudicato, e M.D., 24 anni, entrambi residenti a Casteldaccia.
Le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica Termitana, erano scaturite dalla rapina messa a segno ai danni di una tabaccheria di Casteldaccia, in cui era stata asportata una refurtiva del valore di circa 5000 euro.
In quella circostanza uno dei rapinatori, nel corso della fuga, aveva gettato il passamontagna, prontamente recuperato dai militari che lo hanno inviato ai colleghi del reparto investigazioni scientifiche di Messina.

Al termine degli esami biologici, questi sono stati in grado di estrapolare il profilo DNA dell’autore, elemento che, sommato alle altre risultanze investigative, è risultato decisivo per la dimostrazione della colpevolezza dei due.
Gli autori, dopo la loro cattura, sono stati sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di dimora, con la prescrizione di non allontanarsi da Casteldaccia.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.