f Casteldaccia. Ricordato Andrea Raia. La figlia: "era una brava persona" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. Ricordato Andrea Raia. La figlia:
“era una brava persona”

mercoledì 6 agosto 2014, 15:42   Attualità  

Letture: 1.899

santa raiaProcede la “tre giorni” per ricordare Andra Raia, sindacalista ucciso dalla mafia la notte del 5 agosto 1944.
A 70 anni dalla morte, il neonato comitato “Andrea Raia” con il patrocinio del Comune di Casteldaccia ha organizzato  una serie di incontri, proiezioni e letture pubbliche per ricordare una figura importante che rischia di finire nell’oblio. Tutti gli appuntamenti si svolgono alla Torre  Duca di Salaparuta, in piazza Madrice. Al primo incontro, svoltosi ieri pomeriggio, hanno preso parte la figlia Santa Raia e Vito Lo Monaco del Centro Pio la Torre.
“Mio padre era una persona onesta -ha detto con un filo di voce la signora Raia- per questo è stato ammazzato. Sono contenta che oggi viene ricordato”.
andrea raiaIl contesto storico è stato ricordato da Lo Monaco che ha rievocato il periodo del dopo guerra con l’ingresso degli alleati e il predominio mafioso.
“Andrea Raia era al fianco del popolo -ha detto Lo Monaco- sul suo omicidio ci furono molti depistaggi, mentre ad ucciderlo fu la mafia. E gli autori, però, finirono tutti male”.
La figura di raia è stata ricordata anche da Pino Schembri, Vittorio Panno, Bartolo Di Matteo e dal sindaco Fabio Spatafora.
Un commosso ricordo è arrivato anche dal nipote, Davide Aiello, che adesso ricopre l’incarico di consigliere comunale.
Andrea Raia aveva appena 28 anni quando venne ucciso.
Venne ammazzato la sera del 5 agosto, alle 23,30 in via Butera, davanti la sua abitazione mentre, con la sedia in mano, stava entrando in casa, per andare a dormire. Venne colpito alle spalle. Nessuno pagò la sua morte.
Fu segretario della Camera del Lavoro di Casteldaccia e attivo sindacalista.
Proteggeva coloro i quali vivevano in difficoltà economiche e per difendere i loro interessi cozzava con la classe politica e mafiosa. E’ stato ucciso perché si opponeva alle speculazioni contro i granai del popolo.

Le manifestazioni oggi prevedono:
6 Agosto
 – Ore 18:00
Santa Messa in suffragio di Andrea Raia e delle vittime di mafia
Chiesa madre Maria SS. Immacolata di Casteldaccia
Ore 21:30
Memorial sulle vittime di mafia
Interviene Placido Rizzotto (nipote di Placido Rizzotto sindacalista, rapito e ucciso dalla mafia il 10 Marzo del 1948 a Corleone)
Baglio della Torre Duca di Salaparuta – Casteldaccia

domani 7 Agosto – Ore 18:30
“Andrea Raia: prima vittima di mafia caduto in difesa dei diritti del popolo”
Intervengono Adriano Sgrò (dirigente CGIL), Sen.Nicola Cipolla (Segretario della Camera del Lavoro di Palermo nel 1944) e Pippo Oddo(storico)
Baglio della Torre Duca di Salaparuta – Casteldaccia
Ore 21:30
“(1982) Storie di Cosa Nostra: il triangolo della morte” di Giorgio D’Amato
21:30 Piazza Madrice – Casteldaccia

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.