f Bagheria. Avviato il censimento dei siti con presenza di amianto | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Avviato il censimento dei siti con presenza di amianto

sabato 6 settembre 2014, 10:14   Attualità  

Letture: 1.485

amiantoL’amministrazione comunale ha avviato il censimento dei siti e delle situazioni pregiudizievoli con presenza di amianto.
Con tale operazione il Comune di Bagheria risponde a quanto disposto dal dipartimento regionale della Protezione civile. La Sicilia infatti si è recentemente dotata di una legge per la tutela della salute e del territorio dai rischi derivanti dall’amianto che coinvolge gli enti locali.
Con l’emanazione della legge regionale 10/2014 la Regione Siciliana  prevede un preciso cronoprogramma per l’emanazione del piano regionale di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e bonifica.
Sulla base di linee guida regionali gli enti locali dovranno redigere il loro “Piano comunale amianto”.
A coordinare l’attività degli Enti locali sarà chiamato l’apposito ufficio amianto nato presso il Dipartimento regionale di protezione civile.
I comuni  dovranno provvedere a rendicontare annualmente al Dipartimento i risultati conseguiti.
La non osservanza dei termini perentori predetti comporta una riduzione percentuale, nella misura stabilita dall’Ufficio amianto, delle risorse assegnate ai Comuni in materia di amianto e comunque non inferiore al 40 per cento di quelle spettanti.
“Scopo della legge è il monitoraggio del rischio e delle patologie correlate all’amianto  tutelando la salute nei luoghi di vita e di lavoro dai rischi connessi con l’esposizione all’amianto mediante ogni mirata ed efficace azione di prevenzione – spiega l’assessore Fabio Atanasio che si occuperà nell’ambito della sua delega a coordinare il programma per il Comune di Bagheria.
“La norma – spiega ancora l’assessore – prevede gli interventi di bonifica e programmi di prevenzione ed informazione. Noi avevamo, con il sopralluogo voluto dal sindaco delle discariche abusive sul territorio comunale, già posto attenzione al rischio amianto ed evidenziato dei casi, oggi rispondiamo ad un dettato di legge che prevede, tra l’altro, che l’assessorato regionale per l’energia ed i servizi di pubblica utilità, con proprio decreto, fissi anche dei criteri di premialità per gli enti e i soggetti pubblici e privati che adottano interventi utili alla prevenzione, individuazione e risanamento di siti, impianti, edifici e manufatti contenenti amianto”.

(fonte ufficio stampa Comune)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.