f Bagheria. Presentato il nuovo segretario Eugenio Alessi: "il dissesto si può risolvere" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Presentato il nuovo segretario Eugenio Alessi: “il dissesto si può risolvere”

giovedì 11 settembre 2014, 13:54   Politica  

Letture: 1.942

segretario 1di Martino Grasso

E’ stato presentato ufficialmente oggi il nuovo segretario del Comune di Bagheria.
Si tratta di Eugenio Alessi, 54 anni.
Alla conferenza stampa presente anche il sindaco Patrizio Cinque.
“La scelta del nuovo segretario -ha esordito il sindaco- è legata alla volontà di rompere in maniera netta con il passato. In campagna elettorale avevano sottolineato la volontà di cambiare una figura apicale. Siamo convinti che il dissesto dell’Ente è dovuto a scelte politiche ma anche di carattere amministrative.
Ho nominato il dottor Alessi per le sue doti professionali, umane, ma anche per il suo coraggio. Questi primi 3 mesi sono stati all’insegna della frustrazione, perché vorremmo andare a 100 chilometri orari e invece andiamo a 20, come se avessimo il freno a mano tirato. Il dottor Alessi ci darà una mano, perché ha gestito in precedenza comuni con il dissesto, come Enna. Sulla macchina dirigenziale faremo correttivi in seguito”.segretario 2

Il neosegretario dopo avere ringraziato il sindaco ha detto: “sono convinto che il dissesto si può e si deve risolvere. Sottolineo che i dissesti sono tutti diversi. Qui si viene da un predisse sto e quindi la situazione può essere facilitata.”
Il dottor Alessi ha continuato parlando della scelta di accettare l’incarico: “Bagheria è una città bellissima. Non ha niente da invidiare ad altri capoluoghi di provincia come Enna o Caltanissetta.
Ho scelto Bagheria perché non si può lavorare nella città in cui si vive.”
Sul dissesto, il sindaco ha sottolineato che la Prefettura non ha ancora  nominato i commissari che gestiranno il pregresso.
E’ stato ribadito che i debiti fuori bilancio ammontano a 43 milioni di euro, soprattutto di espropri, oltre a quelli del Coinres.
Uno dei primi atti firmati dal neosegretario è la costituzione del piano per la prevenzione anticorruzione.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.