f Bagheria. Riapre oggi la mensa della Caritas nei locali dell'ex chiesa San Pietro in corso Butera | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Riapre oggi la mensa della Caritas nei locali dell’ex chiesa San Pietro in corso Butera

venerdì 26 settembre 2014, 10:03   Attualità  

Letture: 2.533

mensa poveridi Pino Grasso

Quella che un tempo era l’aula liturgica dove si celebrava la santa messa per dispensare il pane Eucaristico ai fedeli, da oggi in poi sarà la mensa per i poveri della città. Si inaugura oggi infatti, la nuova sede della mensa della Caritas nei locali della chiesa antica di San Pietro, in corso Butera, dove sarà possibile consumare un pasto caldo. I lavori, finanziati con un contributo della Caritas italiana di 60.000 euro hanno consentito l’adattamento dei locali dove sarà possibile anche un servizio docce e l’accoglienza dei bisognosi.
Il progetto di ristrutturazione e adattamento dei locali parrocchiali, concessi in comodato d’uso dal parroco della parrocchia di San Pietro Apostolo, don Luciano Catalano per un periodo di 25 anni. Alla cerimonia inaugurale di oggi pomeriggio alle 19, interverrà anche il cardinale Paolo Romeo, i presbiteri e diaconi ed altre personalità del mondo sociale.
“Ringrazio tutti i parroci della città, le associazioni e i volontari – dichiara la presidente della Caritas cittadina Concetta Testa – che permetteranno a tante persone di usufruire del servizio.

Ringrazio pure l’architetto Francesca Tripoli che ha fornito,il progetto gratuitamente, l’Architetto Francesco Cangialosi che ha effettuato il collaudo della struttura senza pretendere la parcella e la Caritas diocesana nella persona del direttore don Sergio Mattaliano che ci ha sorretti per realizzare questa impresa”. In precedenza il servizio veniva svolto nei locali di via Santa Flavia, presi in affitto dall’amministrazione comunale che a causa della spending review ha dovuto rescindere il contratto e che pertanto ha impedito di continuare ad espletare questo importante servizio a favore dei poveri, ma anche di persone sole a cui veniva assicurata accoglienza e assistenza.
“Ringrazio altresì il proprietario dei locali Filippo Maggiore – aggiunge la presidente – che nonostante il Comune avesse rescisso il contratto, ci ha permesso di continuare ad assicurare il servizio fino a prima dell’estate”. La mensa funzionerà dal lunedì al venerdì quando sarà erogato un pasto caldo alle 18. Le persone a cui i volontari della Caritas assicureranno assistenza, saranno una cinquantina. I destinatari del servizio saranno individuati dai volontari del Centro d’ascolto e dalle parrocchie. Per gli ammalati e i non deambulanti sarà assicurato il servizio a domicilio. “Evidentemente per il funzionamento della mensa – conclude Testa – occorrerà che i benefattori, come nel passato, continuino ad essere generosi e facciano vivere una delle più positive forme di solidarietà presenti in città. A tal proposito faccio un appello per la fornitura di un forno”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.