f Sant'Elia. La borgata marinara sotto choc per la morte di Michele e Roberto | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sant’Elia. La borgata marinara sotto choc per la morte di Michele e Roberto

sabato 13 settembre 2014, 17:26   Cronaca  

Letture: 9.339

michele e roberto 1di Martino Grasso

La piccola comunità marinara di Sant’Elia, frazione di Santa Flavia, è sotto choc. La notizia della morte di Roberto e Michele è arrivata di notte. Ma è solo questa mattina che si è sparsa in poco tempo. Lasciando tutti senza parole. 
Entrambi erano molto conosciuti nella borgata.
La famiglia di Roberto Di Marco gestisce il cantiere delle rimesse delle barche a Sant’Elia, mentre quella di Michele Lo Coco il cantiere a Santa Nicolicchia, poco distante.
Roberto lavorava anche in alcune navi passeggere e da crociera. Si occupava delle camere. Michele faceva l’operaio e aiutava la famiglia. Come tutti nella borgata aveva anche fatto il pescatore.
Gli amici li ricordano come due ragazzi solari e allegri.
“Non ci posso credere -dice Ciccio Zizzo- li conoscevo entrambi. Erano due bravi ragazzi. Due ragazzi di compagnia. La loro morte ci ha lasciati senza parole”.
I corpi dei due, ieri si trovavano all’obitorio del cimitero comunale, lungo la strada statale fra Santa Flavia e Casteldaccia.
In molti hanno voluto rendere omaggio a Roberto e Michele.
Anche il Comune di Santa Flavia ha dichiarato una giornata di lutto.
In segno di lutto è stata anche interrotta la festa che ogni anno si organizza nella borgata di Sant’Elia.
Tantissimi gli amici che hanno scritto sulla bacheca Facebbok di Michele.
Samuele scrive: “Amico mio non dimenticherò mai tutti i bei momenti che abbiamo passato insieme: la pesca, le serate, i bagni di mezza notte, le discussione filosofiche. Avevi questa magia e questa energia per fare stare sempre bene la gente.”
Commosse le parole anche di Valentina: “ho avuto l’onore di conoscere un ragazzo speciale come te… mi sei entrato nel cuore. Proprio ieri sera mi hai scritto ed io non ho fatto in tempo a risponderti.”
Roberto e Michele erano scapoli ed erano legati da una profonda amicizia. Anche venerdì sera erano insieme. Si stavano ritirando all’una di notte a bordo della Volvo C30. Stavano raggiungendo Sant’Elia percorrendo la litoranea Aspra-Mongerbino. Una strada percorsa mille volte.
Ma ieri sera qualcosa è andata storto. E ieri sera hanno trovato la morte. Insieme.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.