f Sant'Elia. Lacrime per l'ultimo saluto a Michele e Roberto, morti sabato scorso in un incidente | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sant’Elia. Lacrime per l’ultimo saluto a Michele e Roberto, morti sabato scorso in un incidente

lunedì 15 settembre 2014, 12:26   Attualità  

Letture: 13.506

funerali michele e roberto 1di Martino Grasso

Applausi e lacrime per l’ultimo saluto a Michele Lo Coco e Roberto Maria Di Marco, i due amici morti sabato scorso in un incidente stradale sulla litoranea Aspra-Mongerbino, a pochi metri da Sant’Elia. E la piccola borgata marinara oggi si è fermata per rendere l’ultimo omaggio a Michele e Roberto.
i funerali sono stati celebrati nel Piano Stenditore, per accogliere tutti coloro i quali hanno voluto partecipare al rito funebre.
Strazio e dolore all’arrivo delle due bare che sono state poste sul marciapiede, ai piedi dell’altare sistemato su una piazzola.
Sulla bara di Michele è stata poggiata la maglietta del Sant’Elia con i colori rosanero del Palermo e su quella di Roberto l’immagine di Maria Addolorata.
Su una ringhiera invece un lenzuolo con scritto “Michele e Roberto, rimarrete sempre nei nostri cuori. I vostri sorrisi non si spegneranno mai”.
Alcuni parenti e amici hanno seguito il rito funebre abbracciando le bare. In un inconsapevole e disperato tentativo di riportarli in vita.
funerali michele e roberto 2
Davanti all’altare e alle bare campeggiavano enormi fotografie di Roberto e Michele sorridenti. In una Michele teneva in mano due cagnolini, in un’altra i due amici erano fraternamente abbracciati.
Il diffide compito di celebrare il rito funebre è toccato a padre Francesco Mangano: “in queste occasioni è difficile parlare -ha esordito- la morte è vista come un nemico. Ma non dobbiamo dimenticare che Gesù è morto per sconfiggere la morte”.
Il parroco durante l’omelia si poi rivolto ai giovani invitandoli ad essere prudenti: “il pericolo va previsto. Siate prudenti. La vita è bella e splendente. Roberto e Michele adesso vivono in Dio e premichele e roberto 1gheranno per noi”.
La commozione ha raggiunto livelli altissimi quando al termine della messa, alcuni amici e parenti hanno ricordato Roberto e Michele.
Il fratello di Roberto in lacrime ha detto: “ho perso un fratello ma ho acquistato una famiglia. Voi”.
Qualcuno ha anche ricordato l’allegria che contraddistingueva i due amici e i loro hobby, come quelli di Michele che amava il calcio, gli scacchi e la lettura.
Una ragazza ha concluso dicendo: “eravate il sole di Sant’Elia”.
Le due bare, prima di essere condotte al cimitero, sono state portate a spalla, per l’ultima volta, per le viuzze della borgata, sorrette dagli amici e accompagnate da lunghi e interminabili applausi.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.