f Altavilla Milicia. Arrestati due giovani per rapina e porto abusivo di arma da fuoco (foto) | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Altavilla Milicia. Arrestati due giovani per rapina e porto abusivo di arma da fuoco (foto)

domenica 19 ottobre 2014, 11:18   Cronaca  

Letture: 3.378

carabinieri altavillaDue misure cautelari, per i reati di rapina e porto abusivo di arma da fuoco è il bilancio dell’operazione di polizia“Milicia Violenta 2”, condotta alle prime luci dell’alba di ieri dai Carabinieri della Compagnia di Bagheria.
in manette sono finiti Giuseppe Rio, 25 anni, di Trabia, attualmente agli arresti domiciliari e Domenico Geraci, 34 anni, di Casteldaccia, già arrestato per rapina e attualmente in carcere a Trapani (entrambi nella foto).
I due sono finiti in manette su disposizione del Gip presso il Tribunale di Termini Imerese Angela Lo Piparo.
L’operazione è il seguito e il completamento di quella condotta lo scorso 15 aprile 2014, quando è stata fatta luce su un’altra lunga serie di rapine e furti, anche in abitazione, commessi tra Trabia, Altavilla Milicia e Palermo.
Le indagini, continuate anche dopo l’esecuzione di quelle misure, condotte dai militari della Compagnia di Bagheria e dirette dalla Procura di Termini Imerese su disposizione del Pm Bruno Brucoli, hanno consentito, di fare luce su una serie di rapine in abitazione, commesse nel periodo aprile-maggio 2012 da un gruppo di giovani nel comune di Altavilla Milicia.
Gli episodi, nel corso dei quali erano state anche rubate armi da fuoco, avevano presentato sin da subito forti elementi di analogia sia per  violenza ed efferatezza, che per le vittime colpite, quasi tutti anziani soli.

Rio-GeraciI militari, nell’ambito dei servizi predisposti al fine di prevenire la consumazione di analoghi reati, hanno sventato un’altra rapina, che doveva essere commessa a Termini Imerese, con l’uso di una pistola.
La sera del 22 marzo 2012 i carabinieri di Bagheria, hanno accertato la disponibilità di un’arma da fuoco, chiamata dagli indagati con l’appellativo “Bambino” onde non destare sospetti, che era nella disponibilità di Domenico Geraci.
Gli altri fatti compiutamente ricostruiti dai Carabinieri sono:
–         la rapina in abitazione commessa da Giuseppe Rio  (assieme ad altri) ai danni di un anziano residente ad Altavilla Milicia, nel corso  della quale alla vittima, minacciata con un coltello, erano stati sottratti tre fucili, uno dei quali successivamente recuperato e sequestrato dai militari;
–         la rapina commessa da Giuseppe Rio (assieme ad altri)  ai danni di una anziana residente ad Altavilla Milicia, che era stata scaraventata a terra e minacciata con un coltello, mentre le venivano sottratti gioielli, soldi e buoni fruttiferi;
–         la rapina in abitazione commessa da Giuseppe Rio (assieme ad altri) ai danni di un anziano residente ad Altavilla Milicia, nel corso della quale alla vittima, minacciata con un coltello e poi rinchiusa in bagno, erano stati sottratti due fucili e alcuni oggetti in oro.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.