f Bagheria. L'assessore Tripoli: "il Prg è fermo da troppo tempo" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. L’assessore Tripoli: “il Prg è fermo da troppo tempo”

giovedì 23 ottobre 2014, 12:29   Politica  

Letture: 1.358

luca tripoliL’assessore all’Urbanistica, Luca Tripoli, il prossimo 5 novembre incontrerà il presidente della commissione ambiente all’Ars, Giampiero Trizzino, per parlare dell’iter del Prg di Bagheria.
“Il Piano regolatore generale del Comune di Bagheria -sottolinea Tripoli- è fermo da troppo tempo negli uffici dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente (ARTA) per l’approvazione della Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Ho incontrato sia il nuovo Assessore Regionale, Piergiorgio Gerratana, che il dirigente del servizio VIA-VAS, ma anche l’assessore regionale precedente, ai quali ho rappresentato questo ritardo ed ho appreso che le cause sono legate anche, ma non soltanto, ad una grave situazione del personale precario che ad oggi non sembra essere risolta”.
Per questo motivo ho chiesto al Presidente della Commissione Ambiente dell’ARS, Giampiero Trizzino, di intervenire in rappresentanza del Comune di Bagheria durante l’audizione che lui stesso ha prontamente convocato per il prossimo 5 Novembre al fine d’individuare responsabilità e soluzioni al problema.
E’ assurdo che un Comune delle dimensioni di Bagheria sia privo dello strumento urbanistico per l’incapacità del Governo regionale di organizzare un settore strategico come quello ambientale. Da parte mia ci sarà il massimo impegno affinché la situazione si sblocchi”.
E infatti intenzione dell’amministrazione comunale, guidata da Patrizio Cinque, fare da capofila per una mobilitazione di tutti i Sindaci dei comuni siciliani interessati dalla problematica al fine di sollecitare una risoluzione immediata della questione, alla luce delle considerazioni che scaturiranno dall’incontro del 5 Novembre.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.