f Bagheria. Riapre il Corso Umberto. Ma non si potrà posteggiare | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Riapre
il Corso Umberto. Ma non si potrà posteggiare

martedì 14 ottobre 2014, 08:40   Attualità  

Letture: 3.949

Corso_Umberto[1]di Pino Grasso

Firmata dal sindaco Patrizio Cinque la determina, via libera da questa settimana all’apertura al traffico veicolare del corso Umberto come richiesto dai commercianti. Con lo stesso provvedimento è stato dato mandato al comandante della Polizia municipale per collocare la segnaletica verticale con cui si prevede il transito dalle 21 alle 14 del giorno successivo dal lunedì al venerdì.
I commercianti  avevano chiesto la possibilità di concedere la sosta temporanea per 15 minuti, ma non è stata concessa perché ciò comportava problematiche al manto stradale per delineare con la vernice bianca.
Il provvedimento è a scopo sperimentale e sarà valido per la durata di sei mesi. “Ritengo che si tratti di un provvedimento equo – spiega l’assessore alle “Attività produttive e Commercio” Alessandro Tomasello – e al termine del periodo sperimentale valuteremo il da farsi. Per il momento si sta cercando di contemperare le legittime aspettative sia dei commercianti, sia dei lavoratori perché si rischiava di perdere altri posti di lavoro ed anche di chi vuole continuare a passeggiare per il corso”. Intanto sabato scorso si è svolta una manifestazione organizzata dal Comitato “Corso Umberto I – Isola Pedonale” con cui si chiedeva il mantenimento del corso chiuso.

Nel corso della manifestazione un centinaio di bagheresi ha sottoscritto una petizione, ma ormai non c’è più nulla da fare perché il provvedimento sarà operante da questa settimana. “Chiediamo anche più servizi – affermano gli organizzatori – come il trasporto pubblico o pubblico-privato con piccoli bus ecologici, regole chiare per lo scarico e carico merci, regole e spazi per il parcheggio. Siamo convinti che il percorso di vivibilità per la nostra città debba passare attraverso politiche che guardino anche al resto del Centro storico, facendo sì che ad esso si rivolgano scelte attive di sviluppo che conducano ad una progressiva pedonalizzazione, magari iniziando con Zone a traffico limitato con accesso per residenti e  disabili e politiche di sostegno alle attività commerciali”.
Il Comitato ha chiesto anche più sicurezza. “Non possiamo che sostenere che solo una città viva è una città sicura – aggiungono – per cui si cerchi di prestare attenzione al positivo esempio di piazza Sepolcro, via Quattrociocchi o piazza Larderia e si incentivi e sostenga la nascita di attività private che attraggano ragazzi e persone di ogni età”. Per quanto concerne il problema dei parcheggi lo stesso assessore Tomasello ha una soluzione pronta. “Apriremo gli spazi delle scuole “Giuseppe Cirincione” e “Giuseppe Bagnera” – conclude Tomasello – e daremo la possibilità di parcheggiare gratuitamente a chi dimostrerà di avere fatto acquisti in corso Umberto, inoltre lavoreremo per creare altri nuovi posteggi”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.