f Allerta maltempo. Anche a Bagheria, dopo Palermo e Ficarazzi, scuole chiuse | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Allerta maltempo. Anche a Bagheria, dopo Palermo e Ficarazzi, scuole chiuse

giovedì 6 novembre 2014, 21:44   Attualità  

Letture: 7.700

maltempo nuovaIl Dipartimento regionale della Protezione Civile ha diffuso un allerta meteo con allarme rosso dalla mezzanotte di oggi e per la giornata di domani per il rischio idrogeologico in diverse province della Sicilia tra cui quella di Palermo.
Si prevedono precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia occidentale ed orientale, con quantitativi cumulati elevati o molto elevati. Si prevedono inoltre forti raffiche di vento, in intensificazione fino alla burrasca forte, con possibili mareggiate lungo le coste interessate.
In relazione al bollettino meteo,  i sindaci di Bagheria, Patrizio Cinque, di Palermo, Leoluca Orlando e di Ficarazzi, Paolo Martorana, hanno firmato un’ordinanza sindacale che stabilisce per oggi, venerdì 7 novembre, la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido e i servizi educatici del Comune.
Il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque con una nota sottolinea: “ho appena firmato un’ordinanza sindacale che stabilisce per domani,  la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido e i servizi educativi del Comune, a causa dell’allerta meteo diffuso dal Dipartimento regionale della Protezione Civile che indica per la zona di Bagheria lo stato di preallarme fino alle 24 di domani.”
Il sindaco di Ficarazzi, Paolo Martorana con una nota raccomanda vivamente la popolazione a rimanere a casa.
A Casteldaccia, il sindaco Fabio Spatafora fa sapere che se le condizioni climatiche dovesse peggiorare emetterà ordinanza di chiusura delle scuole.

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.