f Bagheria. Occupazione ad oltranza dell'aula consiliare da parte dei contrattisti | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Occupazione ad oltranza dell’aula consiliare da parte dei contrattisti

venerdì 21 novembre 2014, 10:26   Attualità  

Letture: 3.040

contrattistiHanno passato un’altra notte all’interno dell’aula consiliare, in una sorta di occupazione civile,  nella speranza di avere risposte certe sul loro futuro occupazionale.
Sono i 32 contrattisti del Comune di Bagheria, da 10 anni in forza al Comune stesso, molti di loro con incarichi di responsabilità in vari uffici: legale, tecnico e ragioneria.
Ieri sera, con la loro decisione, hanno rallentato notevolmente i lavori del consiglio comunale e poi, quando il consiglio comunale è finito, sono rimasti,  dimostrando determinatezza per rivendicare il sacrosanto diritto al lavoro.
Il loro contratto scadrà il 30 novembre, e il tempo stringe. Chiedono una proroga fino al 31 dicembre, per essere equiparati a tutti gli altri precari siciliani e chiedono poi garanzie per i prossimi anni.
L’amministrazione comunale ha redatto una delibera ma i contrattisti temono che non sia adeguata.
“Nella delibera approvata -dice Carmelo Greco– c’è scritto “previa autorizzazione del Ministero degli Interni” visto che siamo un Comune in dissesto.
Ma la delibera non è adeguatamente argomentata e in questo modo rischia di non passare e rimarremo fuori. Inoltre chiediamo che l’atto di proroga e la fuoriuscita del precariato vengano divisi.   Se avessimo la proroga, potremmo rientrare nel programma di fuoriuscita che coinvolge gli altri precari siciliani, fra cui anche alcuni che fanno parte di comuni dissestati come Augusta e Milazzo”.
Anche questa mattina i contrattisti, tutti di fasce elevate C e D, sono ancora all’interno dell’aula consiliare, in attesa di risposte concrete, per tutelare il loro diritto al lavoro.

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.