f Indagata la donna originaria di Casteldaccia coinvolta nel blitz antiterrorismo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Indagata la donna originaria di Casteldaccia coinvolta nel blitz antiterrorismo

martedì 23 dicembre 2014, 10:08   Cronaca  

Letture: 2.184

neo fascistiE’ stata indagata e non arrestata, come erroneamente scritto ieri, la donna originaria di Casteldaccia coinvolta nel blitz antiterrorismo dei carabinieri del Ros a l’Aquila.
Si tratta di Giuseppa Caltagirone, 53 anni, che da alcuni anni viveva ad Arosio, in provincia di Como.
Dell’errore ci scusiamo con gli interessati e con i lettori.
La maxi-inchiesta nasce da un’attività investigativa avviata dai Ros dei carabinieri e nel 2013 e seguita personalmente dal procuratore Fausto Cardella e dal pubblico ministero Antonietta Picardi. Nel mirino c’era un’associazione clandestina denomninata ‘Avanguardia ordinovista’ che, “richiamandosi agli ideali del siciolto movimento neofascista “Ordine Nuovo”, progettava azioni di terrorismo contro Prefetture, Questure e uffici di Equitalia, per poi ipotizzare un salto di qualità legale con la partecipazione di una propria lista alle elezioni. Nel mirino c’erano anche attentati a uomini politici non doitati di scorta, ritenuti quindi obiettivi facili da colpire. Il gruppo si era attivato nella ricerca di armi su più canali: c’erano contatti per acquistarne in Slovenia, mentre una rapina ai danni di un collezionista è stata sventata   tempestivamente da un intervento dei carabinieri. Un’altra dotazione di armi veniva da un deposito sotterrato dalla prima guerra mondiale. I nomi emersi finora sono quelli di Stefano Manni, uno dei leader nonchè ex carabiniere, e Rutilio Sermonti, ex di Ordine Nuovo, nonché noto scrittore e pittore, uno degli intellettuali più in vista dell’estrema destra.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.