f Aspra. Calcinacci e pioggia nella scuola. Il Comune "disposti interventi" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Aspra. Calcinacci e pioggia nella scuola. Il Comune “disposti interventi”

domenica 25 gennaio 2015, 09:23   Attualità  

Letture: 1.432

scuola mediadi Pino Grasso

All’interno della scuola “Castrense Civello”, nella frazione di Aspra, cadono calcinacci e piove nelle aule. La denuncia arriva dal consigliere della circoscrizione Michelangelo Martorana che dice: “nonostante un ordine del giorno fosse stato approvato all’unanimità, il 10 novembre dello scorso anno, nulla è stato fatto per la realizzazione dei lavori edili urgenti della Scuola elementare”.
La scuola sarebbe anche priva di riscaldamenti.
“Abbiamo dedicato più di una seduta del Consiglio circoscrizionale -continua Martorana-, ma l’amministrazione comunale non ha fatto altro che farci delle promesse che non ha mantenuto. Non è vero che è stata messa in sicurezza.
Adesso è stato fatto un bando di gara per i lavori di riqualificazioni che sono stati assegnati con un ribasso del 36 per cento che a mio parere non sono per niente idonei sia per la messa in sicurezza, sia per la riqualificazione di tutto l’immobile”.
L’Assessore ai Lavori Pubblici Fabio Atanasio, intervenuto nel corso della seduta del Consiglio circoscrizionale ha riferito che subito dopo la segnalazione del consigliere della circoscrizione Martorana, l’Amministrazione comunale si è immediatamente attivata per risolvere il problema lamentato.
“L’Amministrazione si è coordinata con la Circoscrizione di Aspra – ha riferito l’assessore – ed ha disposto immediati sopralluoghi da parte dei tecnici comunali e con la messa in sicurezza della parti pericolanti, oltreché si stanno preparando altri interventi”.
In tale circostanza Atanasio riferì che la scuola Civello è interessata anche da un progetto PON che è in fase avanzata per l’esecuzione dei lavori. Intanto venerdì nei locali della Circoscrizione sono intervenuti dei genitori degli alunni delle scuole asprensi lamentando una serie di problematiche che affliggono la scuola, la più urgente delle quali quella della mancata erogazione dei riscaldamenti nelle scuole  e all’asilo.
“Le aule sono senza finestre – affermano le mamme – e i bagni senza porte per cui il freddo all’interno delle aule in questi giorni è insopportabile. I nostri bambini per ripararsi dal freddo sono costretti a rimanere in classe per 5 ore al giorno indossando i giubbotti e i cappellini”.
In proposito interviene l’assessore alla Pubblica istruzione Rosanna Balistreri: “fino a dicembre a scuola non si soffriva il freddo -afferma- ma al rientro dalle vacanze natalizie abbiamo trovato la brutta sorpresa di trovare i termosifoni spenti perché al 31 dicembre il contratto di manutenzione che erogava il servizio era scaduto. Abbiamo chiesto informazioni al dirigente del settore che evidentemente non è stato tempestivo”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.