f Bagheria. Rifiuti e igiene all'assemblea pubblica. Si punta alla differenziata | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Rifiuti e igiene all’assemblea pubblica. Si punta alla differenziata

sabato 31 gennaio 2015, 09:56   Attualità  

Letture: 1.584

assemblea rifiutidi Martino Grasso

Si è parlato di igiene pubblica, politica ambientale e trasparenza, durante l’assemblea pubblica svoltasi ieri sera nell’aula consiliare del comune di Bagheria.
A moderare gli interventi è stata chiamata una persona del pubblico, Manuela Macaluso, mentre il sindaco Patrizio Cinque e l’assessore all’igiene urbana, Fabio Atanasio, hanno fatto il punto della situazione e risposto ad alcune domande poste dai cittadini che hanno preso parte all’incontro.
Il sindaco ha esordito dicendo che l’intenzione dell’amministrazione è quella di avviare una democrazia diretta in cui il cittadino ha un ruolo principale.
Sull’argomento della serata: l’igiene urbana, ha detto che dopo la rivoluzione di agosto, naufragata per vari motivi, l’amministrazione ha deciso di cambiare rotta puntando sulla raccolta differenziata con la creazione delle 20 postazioni che saranno attive nei prossimi giorni.
“Si sta cercando di tamponare  la situazione -ha esordito-. Non è facile per carenza di discariche. Attualmente conferiamo, alternativamente, a Bellolampo e nell’impianto di Catania, ma rischiamo di ritrovarci sommersi dalla spazzatura, perché la discarica di Catania potrebbe chiudere da un momento all’altro. Per questo motivo dobbiamo puntare alla raccolta differenziata”.

Il sindaco ha quindi parlato delle 20 postazioni che saranno recintate e videosorvegliate, dove si conferiranno  la carta, il cartone, il vetro, la plastica e l’indifferenziato. In un primo momento non si differenzierà l’umido perché costa troppo smaltirlo. Ha anche detto che l’idea è quella di effettuare il servizio “in house”, senza cioè rivolgersi a privati. Si punta inoltre ad eliminare i noli a caldo e a freddo,  acquistando nuovi mezzi da gestire autonomamente.
assemblea rifiuti 2“Nel settore dei rifiuti ci sono troppe infiltrazioni delle organizzazioni mafiose -ha sottolineato- per questo non vogliamo affidare il servizio all’esterno. Per un appalto di appena 4 mesi ci sono stati dei condizionamenti e abbiamo deciso di annullare la gara d’appalto, dopo avere denunciato tutto ai carabinieri. Chissà cosa succederebbe se decidessimo di appaltare l’intero servizio che muove una somma complessiva di circa 8 milioni e mezzo di euro.”
Ha aggiunto che per la Spa, sono previste le figure di un direttore e dei componenti del consiglio di amministrazione, che percepiranno la somma simbolica di un euro.
E’ sceso nei dettagli l’assessore Atanasio, che ha parlato delle 20 postazioni per la raccolta differenziata, sottolineando che almeno 6 saranno pronte nei prossimi giorni.
Si tratta di aree comunali, di circa 500 metri quadrati, che saranno recintate e videosorvegliate ed è prevista anche la presenza di un operatore.
Alcune si trovano ad Aspra, nei pressi dello Stadio comunale, in via Borsellino, a Piazza Indipendenza, nell’autoparco, in piazza Doglio e nei pressi del supermercato Simply.
“Saranno tutte pronte entro un mese -ha detto- stiamo pensando di tenerle aperte ogni giorno dalle 6 alle 19. Abbiamo anche predisposto l’acquisto di nuovi autocompattatori e vasche, evitando così i noli a caldo e a freddo”.
E’ stato aggiunto che partirà una campagna di informazione e che la spesa complessiva per il Comune per le attrezzature, si aggira attorno ai 10 mila euro.
E’ stata poi la volta di alcuni interventi dei cittadini presenti. Sono state sollevate alcune problematiche come una maggiore partecipazione da parte della città nelle decisioni future.
Alcune domande sono state poste anche attraverso la pagina Facebook del Comune.
Si è parlato anche del rischio che la Spa corre di essere un nuovo Coinres, della spazzatura che si trova dentro l’autoparco e della mancanza di autisti per i nuovi mezzi.
Il sindaco ha sottolineato che la Spa non è il Coinres perché non coinvolgerà 17 Comuni e non si darà vita ad una politica clientelare.
Gli incontri con la cittadinanza sono previsti ogni ultimo venerdì del mese e si affronteranno i temi del momento.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.