f Bagheria. Ritrovata la bara della signora che era scomparsa al cimitero comunale | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Ritrovata la bara della signora che era scomparsa al cimitero comunale

venerdì 16 gennaio 2015, 15:53   Attualità  

Letture: 1.479

cimitero

Aveva denunciato la scomparsa della salma dell’anziana mamma, morta nel 2007, dal cimitero comunale. Ieri, il Comune, ha reso noto che la cassa è stata ritrovata in un loculo diverso da quello iniziale.
La vicenda era stata anche denunciata durante il programma “Ditelo a Rgs”, in onda su radio “Giornale di Sicilia”, alla fine dello scorso anno.
Sono stati i responsabili degli uffici dei lavori Pubblici del Comune di Bagheria ad essere riusciti a risalire al loculo dove si trovava il corpo della mamma della signora Giuseppina Caruso, che ne aveva denunciato la scomparsa.
Secondo la ricostruzione fatta dai responsabili dell’ufficio, il corpo era stato trasferito fra aprile e maggio del 2014, da un loculo provvisorio ad uno definitivo. Ma non erano stati avvisati i familiari.
La figlia della donna deceduta, nel mese di novembre, si era recata al cimitero, senza però trovare la foto davanti al loculo dove sapeva che la mamma era stata sepolta.

Era stato accertato che nel loculo c’era un’altra salma e che della mamma morta non c’era traccia.
Gli uffici, nei giorni scorsi, hanno fatto sapere che prima del trasferimento della salma non erano riusciti a risalire al recapito della figlia e avvisarla in tempo e che nelle carte in loro possesso il recapito non era indicato. Nel frattempo l’archivio del cimitero rimase completamente bruciato, provocando difficoltà nel risalire all’esatta dinamica dei fatti.
Ieri mattina, la signora ha potuto constare che la cassa rinvenuta era quella della madre e la storia si è finalmente conclusa positivamente.
“Ci siamo immediatamente occupati della vicenda -sottolinea il sindaco Patrizio Cinque- ed abbiamo trattato il caso dando priorità assoluta, per dare serenità alla signora Caruso. Ci scusiamo per la mancata comunicazione che doveva partire dagli uffici, cose che tutti auspichiamo non accadano più”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.