f Bagheria. Vella: "sui contrattisti, inerzia del Comune, malgrado la proroga della regione" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Vella: “sui contrattisti, inerzia del Comune, malgrado la proroga della regione”

mercoledì 14 gennaio 2015, 15:43   Attualità  

Letture: 1.023

vella nuovo“Questa mattina – insieme al consigliere comunale D’Agati – abbiamo avuto un incontro con i più alti livelli dell’assessorato alla Funzione pubblica e agli Enti Locali in merito alla questione proroga contrattisti.”
A sottolinearlo è Daniele Vella, del Pd regionale.
“L’ottimo lavoro della Regione ha permesso la conferma di un contributo che da la possibilità (anche ai Comuni in dissesto così come recita la norma) di procedere alla proroga dei contratti.
Fermo restando il quadro normativo nazionale, il Comune di Bagheria potrebbe usufruire di un “contributo” regionale confermato al 100% e procedere alla proroga diminuendo la quota a carico del Comune, così iniziando ad attuare un risparmio della spesa del personale come dovuto e previsto dalla legge.
Non possiamo che sottolineare, invece, l’inerzia di una Amministrazione Comunale che non dialoga con le Istituzioni superiori (Regione, Governo) e rimane al palo senza una visione chiara della materia.
L’amministrazione della trasparenza e del dialogo ha dimenticato che dai confronti, anche con organismi diversi,si cresce sempre.
La proroga del contratto dei 32 contrattisi del comune di Bagheria, tramite un opportuno lavoro di sinergia con i governi, è possibile ed è condizione favorevole e oserei dire necessaria per il progetto di stabilizzazione.
Non può trascurarsi,inoltre, il grave danno che da una interruzione del rapporto di lavoro subirebbe il nostro ente – visto i ruoli chiave occupati da tali lavoratori- e il disagio economico subito dalle loro famiglie.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.