f Casteldaccia. Il consiglio comunale con i lavoratori del pastificio Tomasello | LaVoceDiBagheria.it Skin ADV

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. Il consiglio comunale con i lavoratori del pastificio Tomasello

giovedì 8 gennaio 2015, 14:50   Attualità  

Letture: 2.966

pastificio tomaselloIl consiglio comunale di Casteldaccia ha approvato un ordine del giorno a favore dei lavoratori dello storico pastificio Tomasello, che da alcune settimane hanno perso il posto di lavoro.
Di seguito l’ordine del giorno.

Oggetto: Ordine del giorno a sostegno delle lavoratrici e lavoratori del pastificio Tomasello

 PREMESSO che lo storico marchio del Pastificio Tomasello, azienda leader nella produzione della pasta, che da oltre un secolo rappresenta la comunità casteldaccese in Italia e nel mondo, dopo anni di difficoltà economico-finanziarie, ha fermato la produzione mettendo in mobilità i 56 dipendenti;

CONSIDERATO

  • che il Pastificio Tomasello rappresenta una risorsa del nostro territorio che va tutelata ad ogni costo, affinché venga salvaguardato il lavoro in un momento di particolare crisi economica;
  • che l’Amministrazione Comunale ritiene il lavoro e i lavoratori una ricchezza straordinaria all’interno della società e che, pertanto, l’attenzione e il sostegno della Amministrazione nei confronti della qualificazione del tessuto produttivo e del lavoro del nostro territorio sono tra le priorità  politiche amministrative più importanti;
  • che il rischio concreto che si disperda un sito produttivo di importanza nazionale con un capitale umano, di conoscenze e di capacità produttiva di grande valore che, se perduti, avrebbero una enorme ricaduta territoriale negativa, è fonte di grande preoccupazione per questa Amministrazione;
  • che le Istituzioni locali hanno un ruolo fondamentale nella difesa e nella salvaguardia dei posti di lavoro, prevenendo così situazioni di disagio sociale, conseguenti alla instabilità lavorativa, che hanno ripercussioni negative sul tessuto socio economico del nostro territorio;
  • che nel corso dell’incontro con una delegazione dei lavoratori, che hanno esternato i loro timori e la loro preoccupazione sul futuro lavorativo e sulla possibilità concreta di “riappropriarsi”  del proprio posto di lavoro, l’Amministrazione Comunale ha espresso vicinanza e solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie e si è impegnata all’immediata convocazione di un Consiglio Comunale per attivare tutti i percorsi possibili al fine di far ripartire l’attività produttiva dell’azienda salvaguardando  i livelli occupazionali attuali.
  • Che giorno 27/11/2014 si è riunita la Commissione QUINTA – Cultura, Formazione e Lavoro, congiuntamente alla Commissione TERZA – Attività produttive dell’Assemblea Regionale Siciliana, nella seduta n.201 della XVI legislatura, con il seguente ordine del giorno: “Audizione dell’Assessore per l’agricoltura, lo sviluppo e la pesca mediterranea, dell’Assessore per le attività produttive e dell’Assessore per la famiglia, le politiche sociali ed il lavoro, in ordine alla crisi aziendale del Pastificio e Molino Tomasello di Casteldaccia”.

Il Consiglio Comunale impegna:

  • il Presidente del Consiglio Comunale a farsi carico di inviare l’ODG approvato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed alla Presidenza della Regione Siciliana;
  • il Presidente del Consiglio Comunale nel far pubblicare l’ODG approvato sul sito del Comune di Casteldaccia ed a inviarlo ai Comuni del Comprensorio ed alle testate giornalistiche territoriali per promuovere la diffusione della conoscenza della vicenda stessa;
  • il Presidente del Consiglio Comunale a tenere informato il Consiglio Comunale sulle eventuali novità;
  • Il Sindaco ad attivare un sistema di relazioni e strumenti istituzionali in collaborazione con la Regione e la Città Metropolitana di Palermo, prestando attenzione all’evolversi della grave situazione.

Il Consiglio Comunale esprime

Vicinanza e solidarietà ai lavoratori coinvolti e alla loro mobilitazione affinché, insieme al lavoro dei tavoli istituzionali, si possa arrivare ad un accordo che mantenga sul nostro territorio questo impianto produttivo e tutta l’occupazione possibile, salvaguardando il lavoro e le competenze degli stessi lavoratori.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.