f Bagheria. Consegnati i pulmini per il progetto "giovani, città e futuro" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Consegnati i pulmini per il progetto “giovani, città e futuro”

venerdì 6 febbraio 2015, 08:40   Attualità  

Letture: 1.558

pulmini2Consegnati ieri  i pulmini per il trasporto dei ragazzi che parteciperanno al progetto “giovani, città e futuro” del distretto socio-sanitario 39.
Alla consegna ufficiale hanno erano presenti il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, l’assessore alle Politiche Sociali, Maria Puleo, il dirigente del Settore III Politiche sociali, Costantino Di Salvo, e la responsabile dell’ufficio piano del distretto Giacomina Bonanno, coadiuvata dall’istruttore amministrativo Ignazio Galioto. 


A consegnare i veicoli Roberto Rinaldi responsabile commerciale della Ditta Olmedo S.p.A di Reggio Emilia, fornitori ufficiali dei pulmini e dell’allestimento.
Il centro, le cui attività sono pronte per partire, è dedicato interamente a giovani pre-adolescenti e adolescenti, vedrà come luogo dove si svolgeranno tutte le attività le stanze del piano basso di palazzo Butera Branciforti.
Sarà un luogo sul territorio, capace di creare occasioni nelle quali i giovani siano i protagonisti, un centro in grado di offrire attività grazie alle quali gli adolescenti possano crescere e sviluppare personalità piena e senso sociale.
Destinatari del progetto: 30 minori in carico ai servizi sociali professionali dei 5 comuni componenti il distretto socio-sanitario; 70 giovani appartenenti a famiglie a rischio di marginalità sociale residenti nel territorio del D.S.S. D39; 30 ragazzi diversamente abili; e 20 minori appartenenti alla popolazione straniera del distretto. Tra le attività del centro: il recupero scolastico e di rimotivazione al percorso scolastico; l’apprendimento e promozione del rapporto intergenerazionale attraverso i laboratori strutturati e semi strutturati che si pongono l’obiettivo di recuperare figure artigianali ancora presenti sul territorio; l’attività strutturata di un laboratorio musicale e audio recording; la promozione di esperienze di apprendimento comuni per maturare solidarietà tra i ragazzi, attraverso la creazione di gruppi di studio, semi-strutturati o anche spontanei in cui sarà incentivata l’acquisizione di un ruolo attivo e propositivo in relazione alle proprie attitudini e competenze. E ancora attività sportive strutturate e semi-strutturate quali calcio a 5, volley, basket, ping-pong; attività strutturata di laboratori e azioni culturali e ricreative che comprendono attività grafico-pittoriche utili per portare alla luce capacità ed abilità nascoste in una dimensione di gruppo; attività strutturata di un laboratorio di espressione creativa e teatrale che comprendono attività teatrali e di scrittura creativa; attività semi-strutturata di un laboratorio di informatica; ed infine attività strutturata e “libera” di danza; orientamento formativo e professionale; spazi dedicati ai colloqui individuali e incontri di gruppo, con l’eventuale creazione di gruppi di discussione e dialogo; Spazio riservato a un servizio di counseling, per i ragazzi e i genitori di questi che frequentano il centro ed infine il servizio di bus-navetta, per quei ragazzi che per diversi motivi hanno difficoltà a raggiungere il Centro.

Bus navetta che sono stati consegnati appunto ieri.

 

(Fonte ufficio stampa Comune Bagheria)

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.