f Bagheria. Corteo di protesta degli operai dell'Ati group lungo i corsi principali | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Corteo di protesta degli operai dell’Ati group lungo i corsi principali

martedì 24 marzo 2015, 14:48   Attualità  

Letture: 1.003

corteo ati groupUn lungo corteo di protesta di gran parte dei 114 dipendenti  di Ati Group, Edimar ed Ediltecna, le tre aziende di Bagheria confiscate alla mafia,   appartenute a Michele Aiello. La protesta, organizzata dalla Cgil Palermo e Fillea, è partita da via Dante, all’angolo con via Città di Palermo e ha attraverso i corsi Butera e Umberto, fino alla sede del Comune.
Si è svolto un incontro nell’aula consiliare.
I sindacati chiedono all’azienda in amministrazione giudiziaria di far ripartire i lavori nei cantieri fermi ormai da più di un anno, rimasti inattivi da quando, con la confisca definitiva, il patrimonio della società è stato estrapolato e ceduto allo Stato. L’azienda, entrata in crisi, ha dovuto mettere gli operai in cassa integrazione e malgrado le diverse commesse in corso, e l’acquisizione di nuove commesse, tra cui quelle di recente affidate dall’Agenzia nazionale per i beni confiscati, i cantieri sono rimasti inattivi  e in questo momento lavorano solo 10 operai edili su 80 (dei 114 fanno parte anche  17 metalmeccanici e 8 impiegati).  Il sindacato ha chiesto un incontro con l’Agenzia per superare gli ostacoli che intralciano  la riattivazione delle opere interrotte.

ati group consiglio 1Fermi del tutto sono l’ampliamento di Villa Santa Teresa, iniziato nel 2013, e la commessa del Policlinico (non legata alle opere di ammodernamento in corso).  Il lavoro per la realizzazione del Mattatoio di Partinico, appaltato dalla Provincia  nel 2001 a un’altra azienda  è stato affidato all’Ati Group successivamente, dopo un periodo di blocco. Impegna attualmente solo 3 operai e i lavori di avanzamento non procedono. Altri 3 operai del gruppo  lavorano per  conto dell’Agenzia per i beni confiscati in un supermercato di Castelvetrano.  Ati Group inoltre ha un contratto con Villa Santa Teresa per  4 lavoratori impiegati nel settore delle pulizie.
Recentemente è giunta la notizia della commessa per la realizzazione di una strada a Bolognetta, ma i sindacati chiedono che anche gli altri cantieri vengano riavviati.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.