f Bagheria. Doppi turni per la Cirincione dopo il crollo dell'intonaco | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Doppi turni per la Cirincione dopo il crollo dell’intonaco

martedì 10 marzo 2015, 09:37   Attualità  

Letture: 1.267

scuola cirrincionedi Pino Grasso

Quello che si temeva, purtroppo è divenuta una triste realtà: i 700 bambini della scuola elementare “Giuseppe Cirincione”, chiusa da una settimana dopo il crollo di parte dell’intonaco di un’aula del piano terra che ha provocato il ferimento di un’alunna e il trauma cranico di un altro, andranno ai doppi turni.
E’ quanto temevano i genitori ed è quello che è emerso lunedì scorso durante la riunione del Consiglio di circolo.
All’incontro hanno preso parte anche gli assessori alla Cultura Rosanna Balistreri e ai Lavori pubblici Fabio Atanasio.
Quest’ultimo, in qualità di esperto ha evidenziato lo stato attuale dei lavori e di quelli che si renderanno necessari, dando ragguagli anche sul piano dei costi parziali e complessivi.
“Sullo stato di stabilità dell’edificio – dice un rappresentante dei genitori – non sono emersi elementi di criticità, anche perché risalgono a due anni fa circa le prove di carico effettuate sui solai. I dubbi riguardano l’aderenza dell’intonaco, per il quale, il Comune che è il proprietario dell’immobile, ha disposto la totale rimozione dall’intero edificio, con contestuale sostituzione con controsoffitti ispezionabili. Non si è neppure presa in considerazione l’ipotesi di collocare reti di contenimento, comportando ciò, secondo quanto riferito da altri ingegneri nel corso del precedente incontro al Comune, un costo non dissimile”.
Nell’impossibilità di escludere con certezza il verificarsi di un episodio analogo a quello di martedì, non è oggi possibile disporre la riapertura anche solo parziale della struttura, tanto più che l’aula dove si è verificato il crollo è sotto sequestro, il che significa che, con molta probabilità, è in corso un’indagine diretta ad accertare eventuali responsabilità.
È senza dubbio un enorme disagio per tutti, ma sembra non esservi alternative, quantomeno non a costi economicamente sostenibili, o a scapito della sicurezza che è e deve rimanere la prima preoccupazione di tutti.
I lavori saranno effettuati secondo un crono programma che prevede due fasi di intervento: la prima riguarda la messa in sicurezza del piano terra e la seconda la messa in sicurezza del primo piano.
Durante la prima fase tutti gli alunni della scuola primaria saranno ospitati presso la direzione didattica “Giuseppe Bagnera” in orario pomeridiano, mentre la sezione della scuola di infanzia sarà ospitata in orario antimeridiano sempre nella stessa scuola. Terminata la prima fase dei lavori (presumibilmente tra un mese) la turnazione proseguirà nei locali del Cirincione al piano terra ristrutturato.
“Colgo l’occasione per sottolineare che sia la Direzione didattica, sia l’Amministrazione comunale che il Consiglio di circolo – dichiara il dirigente scolastico Vittoria Casa – sono pienamente consapevoli che il doppio turno provocherà grossi disagi ai bambini e alle famiglie che vedranno rivoluzionata la propria organizzazione familiare e sociale, ma l’alto numero dei bambini che frequentano la scuola e la mancanza di trenta aule disponibili in orario antimeridiano nel territorio necessarie a coprire il fabbisogno non permettono altre soluzioni che pure sono state analizzate”.
Allo scopo di ridurre per quanto possibile i disagi le ore di lezione avranno la durata di cinquanta minuti e si svolgeranno secondo il seguente orario: dal lunedì al giovedì ore 14.00-18,30, il venerdì dalle ore 14 alle 18.10.
La ripresa delle attività didattiche avrà inizio lunedì 16 marzo 2015. Alcuni genitori hanno espresso l’intenzione di intraprendere un’azione legale.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.