f Bagheria. Gestione acqua. Il Pd: "ennesimo pasticcio". Il sindaco: "garantito il servizio" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Gestione acqua. Il Pd: “ennesimo pasticcio”. Il sindaco: “garantito il servizio”

domenica 1 marzo 2015, 12:24   Attualità  

Letture: 1.246

acquaBotta e risposta fra il Pd cittadino e l’amministrazione comunale sulla gestione dell’acqua.
Il Pd nell’ultima seduta del consiglio comunale si è astenuto sulla delibera con la quale l’amministrazione ha prorogato la gestione all’Amap.
Con un comunicato stampa il Pd spiega i motivi e attacca il sindaco Cinque che subito dopo risponde per le rime.
Anche sul tema dell’acqua si profila l’ennesimo pasticcio Cinque Stelle. -scrive il segretario del Pd Orazio Amenta–  In un delicato consiglio comunale l’Amministrazione Cinque invece di proporre la delibera, uguale per tutti i comuni, predisposta dalla Segreteria Tecnica dell’Ato Pa 1, e studiata e messa a punto per mesi, ne ha inviato al Consiglio una dal senso completamente diverso. Mentre, infatti, in quella proposta dall’Ato, il Comune di Bagheria entrava di fatto nella compagine societaria dell’Amap, condizione necessaria per l’affidamento del servizio, in quella proposta da Cinque tale adempimento fondamentale veniva rimandato a generiche valutazioni successive e a tempi non meglio specificati. Si ricorda che l’affidamento di un servizio a rilevanza economica può essere disposto per legge o tramite gara europea oppure tramite soggetto pubblico partecipato dall’Ente stesso.
Pertanto fin quando il Comune di Bagheria non partecipa alle quote AMAP non puo affidargli il servizio. La delibera, votata ieri, quindi, a nostro avviso appare svuotata del suo significato iniziale ed è sicuramente a rischio nullità, con grave rischio per la corretta erogazione del servizio e per la risoluzione della vertenza dei lavoratori APS. Per questo motivo, il gruppo consiliare del Pd nonostante sia favorevole al percorso individuato dall’Ato Pa 1 e quindi all’affidamento del servizio ad Amap, si è dovuto astenere nella votazione di una delibera inutile e per certi versi dannosa.”

Pronta la replica del sindaco Patrizio Cinque: “chi ha amministrato la città punta il dito ai nuovi arrivati dando lezioni, organizzando rimpatri di “dissestatori”, aiutato da una informazione data continuamente in un senso e talvolta supportate da sondaggi in cui basta un programmino per votare ripetutamente.
Un detto bagherese dice: “i megghiu cavaddi si virinu ‘o palazzu, no a punta vugghia”.
Spero, al netto di detrattori perbenisti, informatori politicamente referenziati, ex amministratori o eredi che hanno prodotto il dissesto da cui siamo chiamati a rinascere, di lasciare nell’arco di questo quinquennio la nostra impronta.
Perdonate lo sfogo e permettetemi di passare al motivo di questa mia nota: l’acqua.
Ho portato in consiglio comunale una delibera per intraprendere un percorso che permetta di affidare il servizio idrico ad Amap fino a settembre e di valutare insieme ai consiglieri comunali se aderire come socio. Devo riscontrare grande senso di responsabilità in alcuni pezzi dell’opposizione che hanno appoggiato la scelta che ci consentirebbe nell’immediato di garantire il servizio idrico ai cittadini e di salvare 200 posti di lavoro. Allo stesso modo mi duole rilevare che il partito democratico prosegue sulla falsa riga del suo presidente del consiglio facendo scelte che mandano a casa padri di famiglia.
Fa ancora più riflettere se prima si fa un comunicato con cui si da lezione al sindaco di affidare il servizio ad Amap e poi ci si astiene in aula conducendo ragionamenti che non stanno in piedi trovando alibi di legno. Bisogna dire come sono andate le cose.  Per andare avanti bastava intanto autorizzare l’ato ad affidare il servizio ad Amap.
Per le azioni da acquisire serve un’altra delibera entro fine aprile come chiesto da Amap.
Il Movimento 5 Stelle, insieme a Forza Italia, Cambiare Bagheria e UDC, ha votato responsabilmente garantendo il servizio e salvando i posti di lavoro. Pd e altri consiglieri hanno fatto la scelta opposta. Questa è la verità.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.