f La Petyx, la Ge.Co e un'opposizione alternativa | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La Petyx, la Ge.Co e un’opposizione alternativa

giovedì 12 marzo 2015, 10:13   L'Opinione  

Letture: 1.280

emanuele tornatoredi Emanuele Tornatore *

Viviamo in un paese in cui fa notizia la presenza di un personaggio di Striscia la Notizia, prima il Gabibbo ora la Stefania Petyx. Tutti a provare piacere nel sapere che “finalmente” è arrivata Striscia la Notizia, come se dipendesse da  un programma televisivo, seppur di denuncia, a risolvere i problemi della nostra comunità. come se l’ultima speranza di cambiamento sia nelle mani della Petyx e delle Iene, di fatto sancendo la fine della politica. L’amministrazione CINQUE sta governando male, solo proclami, rivoluzioni annunciate e mai realizzate, accuse da tribunale, Tutti ci ricordiamo delle prime foto uscite sul blog del loro leader maximo, la foto della munnizza prima e l’assenza della munnizza dopo Cinque, immagini che fecero il giro dell’Italia, forse la Petyx serve solo a questo, a far vedere a quel popolo pentastellato che prima e durante CINQUE la munnizza c’è lo stesso.
Ma il problema è solo mediatico? o il problema è la munnizza?
il problema la munizza è, ma anche la scelta politicamente illogica di una Spa quando già di partecipate ne sono fallite, quando lo stesso comune è fallito. Il fallimento della Spa andrebbe a pesare nelle tasche della collettività. Invece in questo momento complicato la cosa più giusta sarebbe quella di mettere in atto ARO già approvato dal dipartimento Regionale rifiuti e affidarne la gestione ad una privato mediante gara pubblica europea. Affidando tutto l’iter all’UREGA, l’Ufficio regionale per l’espletamento di gare per l’appalto di lavori pubblici per evitare qualsiasi controllo della criminalità. Un esterno se non garantisce il servizio e non rispetta i tempi, può incorrere a penalità economiche, a parte il fatto che con gara al ribasso si risparmierebbero molti soldi. E invece SpA, la Ge.Co. dicono gli amministratori stellari, quindi nuovi locali, nuovi cda, nuovi direttori, nuovo staff con costi di start up che potremmo pure risparmiare.
Quanto al Coinres e alla responsabilità del fallimento del consorzio, l’ho sempre ribadito, occorre chiarezza, occorre sapere chi ha fatto cosa e forse sarebbe il caso di dare seguito alla deliberazione del consiglio comunale che istituiva una Commissione d’inchiesta. io non votai allora quella delibera, facendo un grosso errore.
Allora non serve la Petyx, serve un governo della città che sia più lungimirante, più riflessivo e condivida le scelte con le forze politiche e sociale, serve anche un opposizione dura ma rispettosa, come dovrebbe esserlo il SINDACO, ma soprattutto una opposizione che rappresenta l’alternativa ad un governo del movimento, ad una maggioranza che ricordo non è l’espressione della maggioranza dei cittadini bagheresi.

* consigliere comunale Pd Bagheria

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.