f Ruby: Berlusconi assolto anche dalla Cassazione | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Ruby: Berlusconi assolto anche dalla Cassazione

mercoledì 11 marzo 2015, 10:44   Dall'Italia e dal Mondo  

Letture: 1.177

Dopo una lunghissima camera di consiglio durata diverse ore, la Cassazione ha reso definitiva l’assoluzione dell’ex premier Silvio Berlusconi berlusconi In primo grado il leader di Forza Italia era stato condannato a sette anni di reclusione dal tribunale di Milano. In appello, invece, fu prosciolto e ora gli ‘ermellini’ hanno convalidato quella decisione e hanno rigettato il ricorso del sostituto procuratore della Corte d’Appello di Milano, Pietro De Petris.
Nella sua requisitoria, il sostituto procuratore generale della Cassazione, Eduardo Scardaccione, aveva sottolineato “la piena sussistenza” dei reati contestati all’ex premier. Per quanto riguarda l’accusa più grave, quella di concussione, ad avviso del pg nella telefonata che Berlusconi fece al capo di gabinetto della questura di Milano, Pietro Ostuni, era stata esercitata “una pressione irresistibile per la sproporzione tra il soggetto che ‘subiva’ la telefonata e il soggetto che da presidente del Consiglio, aveva chiamato”. Secondo il pg questa è stata la “violenza originaria” che ha caratterizzato il reato concussivo. “La violenza di Berlusconi è stata grave, perdurante e inammissibile” ed inoltre fin dall’inizio “era consapevole che Ruby era minorenne”, tanto è vero che il capo della scorta dell’ex premier, Estorelli, “usa la parola affido parlando della ragazza”: “non c’è nessun dubbio che ci sia stata costrizione, in quella telefonata, e che la indebita prestazione, il rilascio di Ruby, sia stata ottenuta in un settore delicatissimo quale è quello della custodia dei minori”. Scardaccione, inoltre, ha definito “l’episodio nel quale Berlusconi dice che Ruby è la nipote di Mubarak è degno di un film di Mel Brooks: episodio per il quale ci ha riso dietro il mondo intero”. Durissimo, infine, l’affondo del pg sulla “passione per le minorenni” nutrita da Silvio Berlusconi: ad avviso di Scardaccione “non è una coincidenza che, per usare le parole di Ruby, Noemi Letizia era la sua pupilla e Ruby il suo ‘fondoschiena’, ed entrambe erano due minorenni”. (ansa.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.