f Bagheria. Chiude lo storico Supercinema per i costi alti di gestione e calo di spettatori | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Chiude lo storico Supercinema per i costi alti di gestione e calo di spettatori

giovedì 9 aprile 2015, 21:34   Attualità  

Letture: 5.683

supercinemadi Martino Grasso

Cala il sipario sul Supercinema.
Nei giorni scorsi, infatti, ha chiuso la storica struttura cinematografica di via Carà, che da alcuni anni era diventata una multisala con 3 sale.
Alla base della decisione, ci sono gli enormi costi di gestione e il calo di spettatori registrato negli ultimi anni a causa della crisi economica, ma anche dal fatto che sempre più bagheresi preferiscono le sale cinematografiche di Palermo, su tutte la multisala nel centro commerciale del Forum a Brancaccio. Il Supercinema, con le sale: Ambra, Rubino e Smeraldo, ospitava complessivamente ben 750 spettatori. La struttura era fra le più innovative di Bagheria, dotate di dolby surround,  e promuoveva film in prima visione.
La struttura venne costruita nel lontano 1956.

Chiuse negli anni ’80, anche a causa dell’avvento del cinema porno.
Nei primi anni ’90 venne trasformata in una mega-discoteca chiamata “Ira Dei”, che però chiuse dopo qualche anno. Nel 1999 ritornò a svolgere il ruolo originale: accogliere la magia delle storie cinematografiche, grazie alla famiglia Gallina.
Nel 2004 venne aperta la seconda sala e nel 2006 anche la terza.
Anche Peppuccio Tornatore è stato fra i numerosi frequentatori e nel 2009 utilizzò il cinema per alcune scene del suo film “Baharìa”, con un prestigioso cameo del suo maestro, Mimmo Pintacuda, che apparve nelle vesti di bigliettaio.
La sala ha anche ospitato numerosi spettacoli teatrali.
Ma la crisi economica era dietro l’angolo e a nulla sono servite le promozioni adottate per attirare pubblico durante la settimana.
Gli spettatori, poco alla volta,  sono venuti meno. E a Giuseppe Gallina non è rimasto altro da fare che gettare la spugna.
“La chiusura è dovuta sia al caro affitto e al costo di noleggio di film -dice Gallina- ma soprattutto alla migrazione verso il Forum delle persone di Bagheria e Provincia”.
Adesso il giovane imprenditore continua l’attività all’Excelsior, in via Ciro Scianna, offrendo film in prima visione con attrezzature di primo piano e impianti digitali.
“Le nostre aspettative -continua- sono riposte, per adesso, nel cinema Excelsior, nella speranza di riaprire il Supercinema”.
L’Excelsior può accogliere 330 spettatori. L’impianto è climatizzato e si organizzeranno anche spettacoli teatrali, ma anche musica dal vivo e concerti jazz.
La speranza è però che il Supercinema, possa risorgere, prima possibile, e tornare ad essere utilizzato come sala cinematografica.
Venne costruito per fare sognare grandi e piccoli. Sogni che sono stati spezzati e che molti sperano possano tornare prima possibile.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.