f Bagheria. L'associazione Net Left sul Coinres: "difendere i posti di lavoro" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. L’associazione Net Left sul Coinres: “difendere i posti di lavoro”

sabato 4 aprile 2015, 14:10   Attualità  

Letture: 893

sanfilippo-lecardaneL’associazione bagherese Net Left, in relazione alla fuoriuscita dal Coinres,  attraverso i rappresentati, locale Giusy Sanfilippo e regionale Luca Lecardane, sottolinea che “finalmente siamo usciti dal Coinres, mostro mangiasoldi causa maggiore del dissesto bagherese, oggetto di indagine della Corte dei Conti, che ci auguriamo faccia presto nell’individuazione dei colpevoli.  Bisogna che la giustizia contabile individui presto i colpevoli, fra cui coloro che non hanno controllato quando sono stati approvati dei bilanci falsi del Coinres in consiglio comunale e che oggi si ergono a paladini dell’uscita dal Coinres, o fra cui vi sono quelli che fanno parte di partiti o hanno sostenuto partiti che hanno lastricato la strada al Coinres, e fra  i vari amministratori, è una questione di legalità e di giustizia.
A noi ora interessa la difesa de i livelli occupazionali sia dei lavoratori Coinres, di cui si parla chiaramente nella delibera,  sia degli ex temporary, questi ultimi senza uno straccio di sostegno da dicembre; la raccolta differenziata per diminuire il conferimento in discarica e a sostegno dell’ambiente; un regolamento che escluda le fasce deboli dal pagamento delle tasse comunali, fasce che non sono in grado di pagarle perché con introiti bassissimi o nulli, regolamento che deve prevedere sanzioni contro i furbetti; l’installazione delle telecamere per sanzionare  chi  getta rifiuti in orari o luoghi diversi da quelli previsti o contro chi brucia i rifiuti facendo un danno ambientale notevole visto che l’incendio dei rifiuti provoca emissione di diossina, un veleno pericoloso per uomini e  animali.  Infine ci auguriamo che, gli stessi partiti presenti in consiglio comunale, abbiano la coerenza di battersi in Assemblea Regionale Siciliana e dentro il governo regionale per un piano dei rifiuti regionale che non provochi più chiusure di discariche, motivo per il quale non solo a Bagheria, ma anche in altri comuni siciliani, troppo spesso i rifiuti rimangono per strada.

Vigileremo affinché si vada avanti in fretta, nonostante, siamo contrari all’abbandono della strada della partecipata comunale,che avrebbe permesso, se messa in mano ad un manager qualificato invece che a politici come è stato fatto col Coinres, risparmi notevoli relativamente alla parte dei guadagni che vorrà, giustamente, un privato.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.