f Bagheria. Le opposizioni: "il M5S ha impedito di parlare di temi importanti" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Le opposizioni: “il M5S ha impedito di parlare di temi importanti”

giovedì 30 aprile 2015, 22:40   Politica  

Letture: 1.225

consiglieri minoranzaA margine del mancato svolgimento del consiglio comunale, i consiglieri comunali delle opposizioni (Angelo Barone, Annibale Alpi, Paolo Amoroso, Pietro Aiello, Maurizio Lo Galbo, Rosario Giammanco, Carmelo Gargano, Filippo Tripoli, Massimo Cirano, Maddalena Vella, Mimmo di Stefano, Gino D’Agati, Michele Rizzo, Emanuele Tornatore) hanno diffuso un comunicato stampa con il quale criticano la decisione del Movimento 5 stelle di non approvare la straordinarietà della convocazione.
Il testo integrale.

“Il Movimento 5 stelle fa saltare la seduta di consiglio comunale, votando contro la straordinarietà ed urgenza della convocazione, impedendo di discutere i seguenti due punti all’ordine del giorno: le postazioni di raccolta (più comunemente note come “Gabbie”) e la diffida dell’Assessorato Regionale al Comune in materia di gestione dei rifiuti.

Infatti il Movimento 5 stelle è scappato dal confronto con i gruppi di minoranza e con la cittadinanza non dando la possibilità alla città di conoscere i gravi danni che i bagheresi rischiano di subire a causa delle scelte in materia di rifiuti adottate dal M5S.
Sono tanti gli interrogativi a cui il sindaco Patrizio Cinque avrebbe dovuto rispondere, alla luce delle gravissime contestazioni sollevate dall’Assessorato Regionale.
Il Sindaco revocherà o meno l’affidamento diretto alla Thech servizi?
Il Movimento 5 Stelle intenderà revocare o meno la delibera di recesso dal Co.In.R.E.S.?
Il Comune di Bagheria sarà costretto a pagare due volte il servizio e conseguentemente i bagheresi saranno costretti a pagare tariffe ancora più elevate?
Che fine faranno le famose gabbie, sparse per il centro abitato e costate denaro pubblico, realizzate peraltro senza N.O. della Soprintendenza ai BB.CC.?
E in conclusione, perché il Movimento 5 stelle è scapato dal confronto, se tutto è stato posto in essere nella Legalità e non c’è nulla da nascondere?
Questi interrogativi resteranno ancora irrisolti perché il Movimento 5 Stelle ha ritenuto di far durare il Consiglio Comunale appena 5 minuti, incurante per altro dei costi sostenuti dall’ente (gettoni, rimborsi ai datori di lavoro, straordinari al personale dipendente).
Alla faccia della tanta decantata Trasparenza e Legalità e partecipazione democratica.
I soli consiglieri della minoranza, al di là dell’ostruzionismo mostrato dal M5S, sono ugualmente rimasti in aula consiliare dalle 18 sino a tarda sera confrontandosi sui temi posti all’ordine del giorno.
Inoltre sarà presentato un esposto di ciò che è accaduto nella seduta odierna: al Prefetto, all’Assessorato Energia e Rifiuti, all’Assessorato Enti Locali e alla Corte dei Conti.
Cinque volte vergogna!”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.