f Bagheria. Rubinetti a secco. Il sindaco: "evitare emergenza sanitaria" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Rubinetti a secco. Il sindaco: “evitare emergenza sanitaria”

giovedì 23 aprile 2015, 10:10   Attualità  

Letture: 3.079

acquaL’Ato 1 ha comunicato che da alcuni giorni non viene più assicurato alcun affiancamento da parte del personale alla gestione del servizio idrico a Bagheria.
E i problemi si sono subito visti in gran parte della città: i rubinetti sono a secco e fioccano le lamentele.
Da lunedì i dipendenti ex APS (Acque Potabili Siciliane) non espletano le manovre tecniche per garantire la propagazione dell’acque nella rete bagherese.
In questo momento dunque quello che emerge è una situazione di confusione della gestione del servizio idrico: con l’Ato idrico Palermo 1 che ritiene che dal 1 marzo 2015 non sia di sua competenza gestire le reti e AMAP che non è ancora subentrata.
Sono 42 i Comuni che si trovano nelle condizioni di Bagheria e che non sono in grado di gestire il servizio, per mancanza di manodopera e di fondi. 
“Dobbiamo scongiurare non solo i disservizi alla fornitura dell’acqua per i cittadini bagheresi ma anche e soprattutto un’emergenza sanitaria” spiega il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, che ha trasmesso una nota all’Ato 1 in cui comunica che l’Ambito territoriale ottimale sta interrompendo un pubblico servizio e invita a fornire il personale per  le manovre idriche a Bagheria.
“Non possiamo aspettare, la mancanza di gestione distrugge l’ambiente e crea danni ambientali ingenti – continua il sindaco – se saremo costretti, non ci sottrarremo a fornire un servizio indispensabile ai cittadini e procederemo ad indire una gare per la gestione del servizio”.
Intanto i sindaci di Bagheria, Santa Flavia, Casteldaccia e  Ficarazzi hanno messo in campo: i sindaci hanno scritto ad AMAP per verificare se la municipalizzata è intenzionata a prendere subito in carico il servizio.
L’amministrazione comunale di Bagheria, con un comunicato stampa, ha fatto sapere che  ha proceduto, con i propri tecnici, a riparare la pompa di sollevamento del depuratore di Aspra il cui malfunzionamento ha procurato degli sversamenti di liquami. Pompa che necessita comunque della consueta manutenzione.
L’amministrazione comunale dal canto suo non può garantire il servizio con i propri uomini e mezzi, soprattutto per tutto quanto concerne il depuratore per il quale occorrono specifici addestramenti, vaccini, visite mediche che farebbero allungare tantissimo i tempi di un eventuale gestione in house.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.